Tigrotti in attesa dell’Arezzo

Parla Mister Javorcic

BUSTO ARSIZIO – Dopo la sconfitta dalla Lucchese, la Pro Patria ha concluso di fatto il ciclo di tre trasferte di fila, dato che con il Pro Piacenza si è vinto a tavolino la gara che era in programma allo Speroni, dove sabato si attende l’Arezzo.

Dice Mister Javorcic: “Gli episodi sono stati determinanti nella partita in casa della Lucchese. Avevamo iniziato bene la partita ma si è verificato l’episodio che ha cambiato un po’ l’equilibrio della stessa partita. Nel primo tempo abbiamo provato a fare il nostro gioco, senza cedere alcunchè sul piano dell’equilibrio all’avversario, sapevamo che la Lucchese poteva partire forte e che nel secondo tempo ne potevamo uscire fuori. Così è stato ma in questo momento penso che paghiamo un po’ troppo gli episodi negativi. E’ stata una partita equilibrata e sull’1 a 1, penso che abbiamo avuto un buon dominio e c’era questo sentore che se c’era una squadra che poteva segnare, questa era la nostra, poi gli episodi determinano la partita e la Lucchese si è portata a casa il risultato. E’ un periodo un po’ cosi per gli episodi ma ai ragazzi non ho nulla da ridire. Abbiamo fatto un’ottima partita contro una squadra che merita solidarietà da tutto il mondo sportivo e spero che la situazione si risolva al più presto“.

Noi penso che dobbiamo fare solo meglio, abbiamo centimetri e chili per reggere il confronto con gli avversari sulle palle inattive e da questo punto di vista invece manchiamo: abbiamo preso gol nell’arco della stagione su corner come capita a tutti, ora però sono abbastanza concentrati nelle ultime settimane e nei minuti finali della partita ma se analizziamo le 33 partite i gol o li prendi o su palla inattiva o su azione, non vi sono altri modi“.