Quantcast

Altomonte si ritira, Varese di nuovo nel baratro

Sfuma a sorpresa il passaggio di proprietà che avrebbe salvato il club biancorosso

VARESE – Si aspettava l’ufficializzazione del suo acquisto del Varese, invece Domenico Altomonte ha annunciato oggi, martedì 9 aprile, la sua rinuncia all’operazione.

Con grande rammarico ho maturato la decisione di rinunciare all’acquisizione del Calcio Varese srl – scrive Altomonte in un comunicato stampa –  Tralasciando i motivi che hanno reso impossibile questa operazione, ribadisco la mia posizione, la mia buona volontà e la trasparenza dimostrate alla conferenza stampa dell’1 aprile. Oggi ho constatato che non ci sono le condizioni idonee per il proseguimento della trattativa, dopo quasi 60 giorni di estenuanti attività mirate alla risoluzione dei problemi sia legali che fiscali. La città di Varese è piena di tifosi appassionati, ai quali avrei voluto regalare un nuovo sogno. Nutro profondo affetto per la città e per i gloriosi colori della squadra di calcio ed in virtù di ciò ho creduto fino in fondo a questo progetto che avrebbe meritato migliore fortuna. Ringrazio tutti coloro che mi hanno supportato, professionalmente e amichevolmente.”

Ora la squadra varesina è di nuovo nel baratro…