Amelotti, perchè la classe non è acqua

Suo il gol della vittoria sulla Varesina

LEGNANO – Nello sport ci sono sono momenti per cui vale la pena pagare il biglietto e il gol di Pasquetta siglato da Matteo Amelotti (nella foto con il Presidente Munafò il giorno del suo arrivo a Legnano) è uno di questi. Un gol che è valso i 3 punti contro la Varesina ma che è stata anche di una bellezza rara.

Un missile all’incrocio dei pali su cui il portiere della Varesina non ha potuto fare nulla.

Qualcuno tra gli amici del giocatore lilla in tribuna ha gridato scherzando “Amelotti sposami!“…

Dopo un anno il tiro da fuori è andato dentro…ho sentito dalla tribuna l’insolita richiesta a nozze – dice divertito la mezzala lilla – sono amici che sono venuti allo stadio e con cui si scherza, la cosa più importante sono i 3 punti che si è portato a casa li Legnano per trascorrere una buona Pasquetta e prepararci questa settimana all’ultima giornata di regular season con la trasferta a Cassano Magnago“.

Siamo lì tutti all’ultima giornata per giocarci il campionato e se le cose dovessero rimanere come dopo l’ultimo turno, a noi toccherebbe affrontare il Verbano, mia ex squadra, un avversario insidioso particolarmente fuori casa come ha dimostrato anche contro di noi vincendo all’ultimo respiro“.

Amelotti però continua ad allenare il suo tiro anche per i prossimi match: “Punizioni, corner, tiri da fuori sono dettagli fondamentali che curiamo sempre molto con il nostro Allenatore Giuseppe Fiorito perchè possono fare sempre la differenza nel corso di una partita e a maggior ragione magari in un playoff che sono sempre partite abbastanza equilibrate e tirate“.