Quantcast

CLAMOROSO a Varese: i giocatori cessano l’attività sportiva

Dopo il mancato passaggio di quote societarie Mister e giocatori annunciano la cessazione dell'attività

VARESE –  Con un comunicato, l’avvocato che segue i giocatori ed il mister del Varese ha confermato la cessazione dell’attività sportiva.

Questo il comunicato del legale:

“Preso atto delle nuove determinazioni del dott. Domenico Altomonte che hanno immotivatamente e improvvisamente stravolto tutti gli accordi faticosamente raggiunti con giocatori, staff e dirigenti, mi trovo costretta a smentire che i miei assistiti abbiano ricevuto alcuna somma a titolo di acconto e/o rimborso spese dal dott. Altomonte o dalle persone da lui rappresentate. In questi giorni le spese vive sono state pagate con i 535 euro che sono stati raccolti allo stadio grazie alla generosità dei tifosi. Gli acconti dati per corrisposti durante la conferenza stampa dell’1 aprile scorso non sono MAI stati accreditati. Gli accordi transattivi sono da considerare tutti revocati per grave inadempimento. Ho già ricevuto mandato e predisposto tutto quanto necessario a tutela dei miei assistiti che incontrerò a breve”.

Il tutto a seguito dell’annuncio di Altomonte di aver abbandonato la trattativa.

Secondo i giocatori non ci sarebbero più i presupposti per continuare ad allenarsi e poter proseguire nel campionato.

Così Mister Domenicali: “In un mese e mezzo non è arrivato il minimo rimborso, nulla di nulla. Gli unici a fare il proprio lavoro e dovere siamo stati noi che ci siamo arrangiati in tutti, anche a fare i magazzinieri e andare in lavanderia. Meglio la Terza categoria fatta bene che una situazione del genere”.

Alla fine del campionato mancano due partite e quindi è molto probabile che il Varese calcio non si presenterà sul campo dando la vittoria a tavolino a Mariano ed Accademia Pavese.

L’art. 53 delle NOIF (le Norme Organizzative Interne della FIGC), prevede infatti che “qualora una società si ritiri dal Campionato o da altra manifestazione ufficiale o ne venga esclusa per qualsiasi ragione durante il girone di ritorno tutte le gare ancora da disputare saranno considerate perdute con il punteggio di 0-3 […] in favore dell’altra società con la quale avrebbe dovuto disputare la gara fissata in calendario“.

L’unico ad andare avanti sarà il settore giovanile biancorosso, Juniores compresa.