La Sangio cade nel finale

Vince Oleggio ma troppi personalismi per la LTC

SAN GIORGIO SU LEGNANO –  Non sono bastate le belle prove e l’impegno profuso in campo da parte di Marcello Cozzoli per lui 15 punti e dell’ex squalo Stefano Colombo 14 punti per lui per avere la meglio su Oleggio, che trascinata da un incontenibile Hidalgo per lui 28 punti si é aggiudicata meritatamente la vittoria.  I blu arancio hanno dovuto per lunghi tratti inseguire e ricucire break importanti e tra gli alti e bassi non sono riusciti a dare continuità nei momenti più favorevoli. Imprecisi al tiro soprattutto dall’arco dove con un 6 su 23 ed un 26% da tre hanno vanificato la possibilità di potersi prendere dei vantaggi significativi nel punteggio. Parlato per lui 12 punti e 10 rimbalzi e company hanno provato a contenere le sfuriate dei padroni di casa che oltre a Hidalgo hanno trovato ottime soluzioni in campo aperto dagli esterni come Giacomelli, Parravicini e Gallazzi che con cinismo e lucidità sono stati bravi a gestire gli ultimi possessi nel finale di gara. I ragazzi di coach Quilici hanno avuto il merito di rientrare più volte nel match e di potersela giocare negli ultimi secondi per poter portare a casa tutta la posta in palio, ma un pizzico di frenesia e qualche personalismo di troppo nei possessi decisivi hanno condannato i blu arancio.

 

Oleggio Magic Basket– Ltc San Giorgio su Legnano76-71(20-15; 42-33; 56-54)

Oleggio: Hidalgo 28, Giacomelli 11, Valentini 4, Barcarolo ne, Parravicini 11, Pilotti 9, Marusic ne, Gallazzi 3, Bertocchi 2, Ponzelletti 8, Corti ne. All. Remonti.

Sangiorgio: Bocconcelli, Roveda 11, Fioravanti 3, Rota 8, Frison ne, Cozzoli 15, Plebani ne, Colombo 14, Fasani ne, Di Ianni 2, Toso 6, Parlato 12. All. Quilici.

La Sangio parte subito bene con due canestri da sotto di capitan Toso per lo 0-4, ma Oleggio risponde prontamente dalla distanza con le triple di Pilotti, Parravicini e Ponzelletti per il 9-4. I blu arancio provano a tornare in scia con i canestri di Colombo che valgono il 20-8 dopo 5′ di gioco. Giacomelli e Pilotti allungano nuovamente per i padroni di casa. Cozzoli e Parlato tengono a galla i draghi per il 17-13, ma Hidalgo con un gioco da tre riporta i piemontesi al +7. Roveda in penetrazione limita il gap e il periodo si chiude sul 20-15.

Nel secondo quarto la trama non cambia con Oleggio che spinge in attacco prima con Bertocchi e successivamente e successivamente con Hidalgo. Roveda da tre e Cozzoli riportano i blu arancio al – 4 24-20, ma due triple di Giacomelli e Hidalgo portano i padroni di casa sul +10 30-20. Rota risponde da due, ma Ponzelletti con l’ennesima bomba porta Oleggio sul +11. Cozzoli da 3 e Fioravanti con 3 liberi tengono vivi i draghi sul 30-38, ma Hidalgo spina nel fianco nella difesa blu arancio continua a fare molto male e si va a al riposo lungo sul 42-33.

Nel terzo quarto la Sangio cambia atteggiamento e con l’energia di Colombo sotto i tabelloni e le triple di Parlato e Cozzoli, riesce grazie anche ad un’ottima difesa a ribaltare il punteggio fino al +4 44-48. Hidalgo prova a rispondere ma Toso tiene a distanza Oleggio. Rota replica a Ponzelletti ma Hidalgo e Valentini riportano il match in parità 54-54 a 1’24 ”  dalla fine del periodo e ancora Hidalgo con due liberi firma il sorpasso di Oleggio che chiude avanti di due 56-54.

L’ultimo quarto è molto tirato, Valentini e Parravicini provano ad allungare per Oleggio ma Cozzoli non ci sta. Gallazzi con la tripla ci riprova ma Colombo e Di Ianni tengono a contatto i blu arancio 65-64 a 3’27” dalla sirena. Purtroppo i draghi perdono Colombo per 5 falli e i piemontesi più lucidi nel finale trovano le triple di Gallazzi e Parravicini che infliggono un colpo mortale ai blu arancio per il 76-71  che chiude la partita.

Il presidente Carlo Ponzelletti:
“Oleggio ha vinto con pieno merito giocando in maniera più ordinata di noi, con giocatori che hanno fatto nell ‘arco della partita le cose più utili alla squadra. Purtroppo noi, abbiamo avuto tanti alti e bassi e nei momenti ” bassi” ci siamo persi in personalismi fini a se stessi che é un po’ il nostro problema di sempre. Quando giochiamo tutti insieme siamo una squadra, quando invece cerchiamo di dimostrare qualcosa a titolo personale, lo siamo molto meno. Adesso dobbiamo ritrovarci, capire, correggere i nostri errori e prepararci alla prossima sfida compatti e granitici per giocare una grande partita contro Valsesia”.

Il coach Daniele Quilici:
“Innanzi tutto faccio i complimenti ad Oleggio che ha giocato una grande partita e di sostanza. Sono stati molto bravi a non mollare nei momenti in cui siamo stati un po’ più pericolosi e lucidi nel gestire le loro situazioni offensive. Questa sconfitta però è piena di errori nostri. Avevamo preparato delle cose da evitare di fare che invece abbiamo fatto. Probabilmente la settimana va un po’ rivista ed ho avuto la sensazione che alla fine non avessimo la lucidità e la concentrazione giusta per portarla via. Abbiamo rincorso praticamente sempre, poi gli episodi hanno fatto la differenza, perché un canestro di tabellone da tre di Gallazzi, un appoggio sbagliato, tre/quattro fischi un pochino anomali hanno indirizzato la partita da un lato invece che dall’altro. Oggi non meritavamo di vincere e loro sono stati più bravi di noi. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche, mancano ancora tre giornate, siamo salvi ma non ancora ai playoff, ma servirà un atteggiamento diverso”.

UFFICIO STAMPA