Varese calcio, ecco perchè sarà fallimento!

Migliaia di migliaia di euro di debito ed il prossimo 16 aprile arriva l'istanza di fallimento.

VARESE –  Non ci sarà nessuna acquisizione e non ci sarà alcun salvataggio in extremis. Il Varese calcio è destinato ormai al fallimento. Non lo diciamo noi ma i numeri impietosi di questi mesi ed una gestione parrocchiale sulla quale la LND non ha messo, incredibilmente, ancora becco.

Una squadra costretta a giocare in campi di periferia fino all’epilogo in quel di Ponte Tresa con i giocatori nel derby col Legnano costretti a scavare con vanga e badile. Una scena che rimarrà per sempre negli annali e che sancisce il fallimento di una gestione, quella di Benecchi, basata sul nulla.

Il prossimo 16 aprile ci sarà l’istanza di fallimento presentata dal fornitore Macron. L’ex sponsor tecnico il Varese ha un debito di 60mila euro che tale è rimasto. Claudio Benecchi ha di fatto acquisito una società già in passivo e in questi mesi la situazione debitoria è addirittura peggiorata.

Si parla di centinaia di migliaia di euro di passivo che niente e nessuno riuscirà a sistemare nelle prossime settimane.

Cosa ne pensiamo della cessione a Domenico Altomonte? Che sia stata una assoluta farsa. Nessuno comprerebbe una società con migliaia di euro al passivo, senza stadio, senza campi di allenamento nel campionato di Eccellenza. Potrebbe farlo però il prossimo anno magari partendo dalla Promozione (visto il blasone) o dalla Prima Categoria a costo zero.

E adesso? Adesso giù il sipario su questo campionato in parte falsato sul quale la LND è rimasta spettatrice inerme.