Quantcast

Knights, il sogno continuerà?

Martedì in diretta su Sport Legnano la conferenza stampa di fine stagione

LEGNANO – E’ terminata la stagione più difficile del Legnano Basket degli ultimi cinque anni di Lega 2, un anno costellato da tante difficoltà che il Club si è dovuto sobbarcare già dalla stagione precedente, con vari problemi che poi sono emersi, il ridimensionamento del budget, il dietrofront di Mattia Ferrari con un biennale già firmato, la fuga di un intero roster con elementi che addirittura sono andati a giocare al piano di “sopra ”

Da la necessità di mettere in piedi una squadra fatta in fretta e in furia con tante scommesse, a cui si è poi aggiunta anche l’incompatibilità tra un coach esperto come Giancarlo Sacco e una dirigenza che forse si aspettava dall’allenatore quel valore aggiunto per sopperire a tante carenze strutturali, valore aggiunto in verità tutt’altro che emerso…

Adesso, dopo una serie di playout al cardiopalma, il Legnano Basket è ufficialmente salvo, ma i problemi che lo scorso anno attanagliavano la squadra del patron Marco Tajana rimangono gli stessi.

Ormai un pò come il segreto di Pulcinella, a detta di tutti che se non arrivano investitori di un certo spessore o un main sponsor con cifre importanti, i Knights potrebbero essere costretti a dire forzatamente addio alla Lega 2 tanto sudata, e forse sarebbe ancora più frustante, visto il grande sforzo profuso nel rincorrere una salvezza a cui onestamente in pochi credevano.

Grazie al “restyling” da parte di un Maurizio Basilico che in corsa ha saputo portare nella Città del Carroccio prima Charles Thomas (che si era totalmente” arruginito” in quel di Cantù, giocatore che alle soglia delle 33 primavere rimane ancora un lusso per gli standard del secondo campionato italiano) e poi Marco Laganà (che purtroppo causa infortuni ha potuto dare poco alla causa, proprio nel momento più importante della stagione).

E’ chiaro che neanche l’abilità e la lungimiranza nel saper fare pallacanestro da parte di Maurizio Basilico e company possono salvare o fare miracoli quando poi si devono fare i conti, conti che in casa Knights, come già  espresso più volte il presidente Tajana, rischiano di non tornare.

L’augurio al Legnano Basket è quello di poter trovare tutte quelle risorse finanziarie che ci permettano anche l’anno prossimo di poter vedere pallacanestro di alto livello come lo è stato da negli ultimi 5 anni, grazie allo sforzo e ad una programmazione di una società che forse già da tanti anni fa “miracoli” in una Lega 2 con tanti club anche più blasonati e con budget nettamente superiorida quello del team biancorosso…

Qualcosa di più forse potremo sapere dalla conferenza stampa di fine stagione indetta dai Knights per martedì 28 maggio alle 18.00, nella quale sono previsti gli interventi del Presidente Marco Tajana, del General Manager Maurizio Basilico e del Direttore generale e commerciale Antonio Fagotti.

Nell’occasione si parlerà della recente salvezza dei Knights e dei programmi futuri della società per la stagione 2019/20.

Conferenza stampa che Sport Legnano trasmetterà in diretta sia sul proprio sito che sui propri canali social.