Il possibile per salvare i Knights

Quattro le ipotesi al vaglio dal Presidente Tajana

CASTELLANZA – Ha avuto un gran pregio la conferenza stampa del Presidente Marco Tajana, quello di aver parlato chiaro su come si possono salvare i Knights.

Ci vogliono 250 mila euro. Axpo sarà ancora main sponsor e si lavora per altri sponsor ma si ricorrerà allo “strumento del trust con un piccolo sforzo per i nostri tifosi sottoscrivendo quote da 250 euro in su con dei benefit entrando nel mondo Knights“. Si pensa di poter raccogliere almeno 100 mila euro da questa operazione.

I bacini territoriali sono quelli che sono, i budget per una A2 sempre più alti e noi abbiamo fatto un miracolo salvandoci grazie alla coesione della Società. Altrimenti ci sarà da valutare per poter rimanere qui una partnership con Varese o ancora altrimenti il trasferimento al Palalido con l’Urania Milano e da ultima possibilità la cessione del diritto di A2, fermo restando che dovremo far fronte noi al rinnovo della convenzione con il PalaBorsani e comunque vada a finire tra un mese, il Legnano Basket ci sarà sempre perchè una C Gold siamo in grado di proporla“, ha dichiarato il Presidente Marco Tajana.

Il basket dunque non sparirà dalla Città del Carroccio, anche se, come dichiarato dal massimo dirigente dei Knights, gli scenari vanno da quello assolutamente positivo dell’iscrizione alla Serie A2 (se si troverano i fondi necessari) a quello più negativo di una cessione del titolo al migliore offerente. Opzione, questa che vedrà sparire il grande basket “made in Legnano”, ma che non farà però sparire i Knights dalla scena. In questa ultima ipotesi, infatti, la cessione non riguarderà, ha tenuto a precisare Tajana, il settore giovanile, che resterà dunque a Legnano e giocherà in Serie C Gold. In pratica sarebbe una sorta di ritorno al passato, una ripartenza qualche gradino più in basso con una squadra espressione dei migliori elementi delle giovanili.

Per capire quale sarà il futuro c’è una data da segnare sul calendario, quella del prossimo 30 giugno: questa è infatti la scadenza che Tajana e Basilico si sono dati per capire quale sarà la scelta da fare. Un mese di tempo durante il quale i dirigenti del club biancorosso, insieme al Responsabile Marketing Antonio Fagotti, dovranno cercare nuovi sponsor, nuovi soci ed un importante azionariato popolare.

La registrazione completa della conferenza stampa QUI >>