Quantcast

I “tranquilli” tifosi dell’Obermais

Dubbi leciti quelli sottolineati da diversi tifosi legnanesi che rifiutano di essere additati come violenti dagli alto atesini

LEGNANO – Quanto successo ad Inveruno va sicuramente stigmatizzato e condannato. Questa la nostra premessa, ma occorre forse fare anche un approfondimento che sarà sicuramente scomodo ai più, ma tanto dobbiamo ai tifosi lilla.

C’è un articolo pubblicato nel lontano 2011 dall’Alto Adige, quotidiano di Bolzano, che postiamo QUI >> sui tifosi alto atesini che svela l’altra faccia della medaglia, quella di un gruppo che provoca e che questa volta è andato oltre la provocazione appendendo adesivi del proprio gruppo Ultras in tutta Legnano e soprattutto sulla vetrata della sede di ritrovo dei Boys lilla in via Rossini. Nel mondo ultras gesti che suonano come un vero e proprio sfregio. Come rubare vessilli o bandiere. Come invadere il territorio altrui con gesti di spregio.

Provocazioni che ad Ala, anni fa, conoscevano bene quando fu la polizia a bloccare all’ingresso del campo alcuni meranesi in preda ai fumi dell’alcol. Nessuno di coloro ha l’aureola quindi.

Il simbolo della Curva sud Ombermais è Emiliano Zapata: capo rivoluzionario, politico e guerrigliero messicano, che la dice lunga sulle idee politiche che vanno oltre il calcio giocato.

Lanciare il sasso e tirare via la mano in questo caso non è corretto. Chi ha fatto il provocatore doveva sapere che venire a Legnano non è come andare nelle valli alto atesine in paesini di mille anime. Facile quindi che ci potessero essere conseguenze da gesti che non possono essere considerati solo goliardici, ma veri e proprie provocazioni.

Che poi adesso si dica che lo stadio di Inveruno non era sicuro e che loro non hanno giocato perchè poteva esserci una invasione di campo è scandaloso. Non hanno voluto giocare ed hanno preso la palla al balzo: punto” spiegano i tifosi lilla.

Ma nessuno dei tesserati alto atesini ha rischiato alcunchè. Stadio in sicurezza, campo in sicurezza, giocatori in perfetta sicurezza. Si doveva giocare e non si è giocato. Il risultato non può essere che un 3-0 per i lilla, che forse riceveranno una multa per il comportamento dei propri tifosi, ma nulla di più perchè sarebbe davvero inconcepibile.