Quantcast

Breno multiforme

Le scelte tattiche di Mister Tacchinardi

LEGNANO– Doveva giocare con il 4-3-3 invece si è presentato con un abbottonato 4-5-1, tornando poi al 4-3-3 e al 4-2-3-1 quando doveva cercare di rimediare allo svantaggio.

Il Breno che ha ‘imbrigliato’ i Lilla venendo fuori nel secondo tempo sarà avversario da prendere con le pinze.

Minotti che doveva essere il faro ha deluso, sostituito ad inizio primo tempo e il Tecnico Tacchinardi spiega: “Noi ci siamo messi sul 4-3-3 molto sul corto, poi abbiamo sofferto anche noi il caldo e con la sostituzione di Minotti abbiamo puntato più sulla quantità che sulla qualità. Il nostro Zagari (un numero 10 ndr) poi tra le linee ha dato fastidio…“.

Inizialmente abbiamo sofferto i cambi di gioco del Legnano che è un’ottima squadra, faticando sui loro ‘quinti’ di centrocampo. In verità avevamo avuto già subito all’inizio una grande occasione, poi è stato così ad inizio secondo tempo con il gran gol che ha pareggiato il risultato“.

Al ritorno non faremo calcoli, giocheremo con la nostra mentalità con il Legnano che chiaramente verrà per fare risultato“.