Quantcast

Inaugurato il nuovo PalaLido, rinominato Allianz Cloud fotogallery

Sarà la casa della Powervolley Milano

MILANO – Pomeriggio di grande sport a Milano, per l’inaugurazione, dopo anni di attese e di lavori in corso, del nuovo PalaLido, rinominato Allianz Cloud. Insieme alle testate giornalistiche più importanti, della carta stampata e di radio/televisione, noi di SportLegnano abbiamo avuto il piacere di scoprire questo gioiello in anteprima, grazie all’invito arrivatoci dal sempre gentilissimo Ufficio Stampa della Powervolley Milano, impersonato dall’Addetto Stampa Paolo Tardio, che vogliamo ringraziare di cuore per l’opportunità che ci ha regalato.

Al taglio del nastro presenti il Sindaco di Milano Beppe Sala, l’Assessore allo Sport Roberta Guaineri, il Presidente del Coni Giovanni Malagò, e i campioni di basket e volley Dino Meneghin e Francesca Piccinini, oltre ad altre varie personalità che poi si sono succedute sul palco allestito per la conferenza stampa seguita all’inaugurazione ufficiale.

Sul maxischermo, che domina il campo, sono state proiettate immagini evocative dello sport milanese del passato e del futuro, con un occhio alla candidatura per le Olimpiadi del 2026, oltre a immagini dedicate a Dan Peterson, indimenticabile coach dell’Olimpia Milano, che ha lasciato i suoi saluti, “Non vi siete liberati di me“, bloccato da un intervento chirurgico.

A Sala, Malagò e Guaineri sono stati regalati dei frammenti del parquet del vecchio PalaLido, in ricordo della grande storia che lo ha calpestato.

L’impianto, modernissimo, dotato di aria condizionata, diffusione sonora perfetta e illuminazione impeccabile, si presenta come i migliori palazzetti dello sport a livello mondiale, non ha nulla da invidiare a strutture europee e nemmeno americane, sembra un’astronave parcheggiata vicino a Piazzale Lotto, in Piazza Stuparich. Dotato di numerosi spogliatoi, sala stampa, sala pesi e palestra, è pronto per ospitare la prossima tappa della Volleyball Nations League Maschile, a partire da settimana prossima, oltre che per diventare casa della Powervolley Milano, per poi accogliere numerosi eventi sportivi legati ad ogni disciplina.

Mattatore della conferenza il Direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti, che si è anche lasciato andare ai ricordi: “Questo palazzetto è un po’ come Ritorno al Futuro, visto che rappresenta il passato dello sport meneghino, ma oggi torna come realtà attuale, sottolineando quindi il passaggio tra diverse epoche: qui sono passati il grande basket, il volley, il tennis, qui ha esordito Federer, poi ci sono stati comizi politici e culturali, concerti, tra il 1961 e il 2010, c’è passata la Storia

Ma la parola passa subito al Sindaco di Milano, Giuseppe Sala: “Ci abbiamo messo nove anni per arrivare alla fine ma oggi ci siamo. Lo sport ha bisogno di impianti e numerose discipline troveranno spazio qui. Ci saranno volley, boxe, arti marziali, ginnastica, basket. La struttura è magnifica e mi preme sottolineare che sarà molto facile da raggiungere, sia via metropolitana sia in superficie – poi si concentra sui ringraziamenti – Voglio elogiare il rapporto che c’è stato fra pubblico e privato: con il primo consapevole fin da subito che le cose difficili si fanno con il supporto dei privati, il secondo perché ha avuto fiducia nelle istituzioni, con una comunione di intenti e di interessi, in particolare modo ringrazio Allianz

Venerdì si comincia con il volley, mentre noi saremo a Losanna – prosegue il Sindaco – per continuare a lavorare alla candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi del 2026, sarà una grande giornata per lo sport milanese

Sono commosso – esordisce il Presidente del Coni, Giovanni Malagò -, ogni volta che inauguro un nuovo impianto. Qui però non si apre qualcosa che non esisteva, è stato fatto qualcosa di più. Ringrazio il Sindaco e tutta la squadra, senza diplomazia. E’ un impianto simbolo di Milano e di tutto il nostro paese, lo abbiamo visto nelle immagini storiche proiettate all’inizio della conferenza. Tutto questo è decisivo per la candidatura olimpica, anche se questo palazzetto non è presente nel dossier, rappresenta comunque la Milano che investe nello sport. Sono molto orgoglioso di tutto questo

E’ il turno poi sul palco di due icone dello sport italiano, Dino Meneghin, che ha ricordato la sua prima volta al PalaLido, complimentandosi poi per la riuscita del nuovo impianto: “Complimenti a chi lo ha realizzato, l’impatto visivo è bellissimo, poi colpisce la luce all’interno. Questo palazzo non ha nulla da invidiare a quelli stranieri“. Poi tocca a Francesca Piccinini, sette volte Campionessa d’Europa e una volta del Mondo con la maglia Azzurra: “Tanti anni fa ho giocato qui con la FoppaPedretti e con la Nazionale, era bellissimo già allora e oggi essere qui è stupendo. La struttura è moderna e non nego che mi piacerebbe tornare a giocarci, anche se non so cosa mi riserverà il futuro, per ora mi godo il successo e mi concedo un po’ di vacanza, poi ci penserò

Padrone di casa, dato che la sua Powervolley giocherà le partite di campionato e coppa proprio qui, Lucio Fusaro, presidente della società meneghina: “Sono emozionato, ringrazio Allianz, che sarà anche title sponsor della squadra, poi il Comune di Milano che ha accettato la nostra proposta. Questo sarà un polo importante perché ci sarà anche la Powervolley Academy, dove si alleneranno non solo la prima squadra, ma anche tutti i settori giovanili. Inoltre, con il Ministero della Pubblica Istruzione, abbiamo intrapreso una collaborazione per l’alternanza scuola-lavoro, in modo da organizzare stage estivi per permettere ai giovani studenti di approcciarsi meglio al mondo del lavoro

Sono stato qui tantissime volte – racconta invece Bruno Cattaneo, presidente FIPAV, poi raggiunto da tre ragazze del Club Italia -, sono oggi felice come milanese e come uomo di sport. Nel volley abbiamo molte specialità, tra cui il sitting volley, e qui potremo organizzare molti eventi, per dimostrare che la pallavolo va oltre i risultati sportivi, è uno sport per famiglie, che educa e dà dei valori. Settimana prossima cominceremo con la Nazionale Maschile, contro Argentina, Serbia e la Polonia bicampione del Mondo. Ringrazio l’Amministrazione Comunale e l’Assessore allo Sport, Roberta Guaineri, che ci ha messo tanta competenza e determinazione

Più volte citata, Allianz, è stata fondamentale per la riuscita di questo progetto, come evidenzia Giacomo Campora, Amministratore Delegato: “Sono milanese per cui c’è un grande impatto emotivo nell’essere qui. Quando il Direttore Generale Devescovi ci ha proposto la possibilità di sostenere il Comune in questo sforzo ci siamo messi subito a disposizione. Gli impianti sportivi devono essere punti di aggregazione per la cittadinanza e per questo siamo felici di dare il nostro appoggio

Il percorso è stato stimolante e lungo – dice Roberta Guaineri, Assessore allo Sport del Comune di Milano -, ringrazio chi vi ha partecipato, tra cui le circa mille imprese che hanno lavorato qui, rendendo tutto questo possibile. Sarà l’impianto polifunzionale che i milanesi aspettavano da tanto tempo, per cui siamo molto felici