Quantcast

Legnano, ora il “secondo tempo”!

Nella gara di ritorno o si vince o si pareggia almeno 2-2, altrimenti addio Serie D...

LEGNANO – Domenica appena fischiata la fine di Legnano-Breno a Inveruno, il Ds Salese ha esclamato “E’ finito il primo tempo, è solo il primo tempo“.

Se l’1-1 ci impone di andare a vincere o almeno segnare due gol, ha ragione il Ds lilla perchè questa dovrà essere la mentalità in vista del ritorno domenica a Breno, interpretando nella maniera giusta l’approccio alla gara.

Detto che dal punto di vista tattico come anche analizzato ieri e riscontrato da entrambi gli allenatori Fiorito e Tacchinardi, il piano di gara del Legnano con i cambi gioco sugli esterni qualche problema ai Granata lo aveva creato, costringendoli a cambiare qualcosa nell’assetto anche perchè andati in svantaggio, sarà fondamentale lo spirito dei Lilla.

Non è piaciuto l’approccio molle del secondo tempo che è costato anche l’eurogol degli ospiti, così come non è piaciuta la scarsa lucidità in fase realizzativa dei nostri lilla. E’ vero che è calata la condizione per il gran caldo ma questo c’era chiaramente per il Breno che invece è stato poi galvanizzato dal gran gol del pareggio, tenendo anche conto che il Legnano si allena al pomeriggio.

Allora di sicuro sarà una settimana importante, la più importante della stagione e come si è augurato Mister Fiorito i ragazzi dovranno recuperare tutte le energie fisiche e nervose, perchè non è mai semplice una coda di stagione con tutte le tensioni che comporta poi una finale.

Ci sono 90 minuti ancora in cui lottare perchè la parola sperare non ci piace. Ci sono ancora 90 minuti in cui vincere perchè vogliamo solo la serie D. Allora ragazzi domenica buttatela dentro anche per conto nostro che in campo non possiamo scendere: avete la fortuna di portare una maglia bellissima del calcio e di scrivere una pagina di storia, dando il giusto sbocco a tutto il lavoro che avete fatto in questa stagione con Società e Staff Tecnico.

Ci vorrà l’esperienza e il sangue freddo dei campioni, il saper gestire le situazioni anche dei giocatori più esperti perchè sarà una gara dura anche sul piano fisico.

Le buone notizie per il Legnano che riprende oggi gli allenamenti sono che non ci sarà nessuno giocatore squalificato e che Provasio che domenica è rientrato fino al momento in cui è stato sostituito perchè probabilmente non ancora al top per il minutaggio, è recuperato e con una settimana in più di lavoro sarà prezioso il suo lavoro in regia per la ‘pulizia’ dei palloni e tessere la trama dei passaggi davanti alla difesa.