Quantcast

Varese, rinviata l’udienza di fallimento

Si prolungano i tempi per conoscere il futuro del Varese

VARESE – Il Tribunale di Varese nell’udienza di stamane ha deciso un rinvio di altri 30 giorni.

Si deciderà per l’eventuale fallimento il primo agosto alle ore 10:30 sempre presso il Tribunale di Varese in quanto ieri altri creditori hanno depositato istanza di fallimento, quindi il giudice ne ha preso atto e ha rinviato come da legge fallimentare all’udienza predetta per consentire alla cancelleria di effettuare le notifiche del caso quindi in questo lasso di tempo il dottor Benecchi Presidente del Varese, porterà avanti la serrata trattativa che lo vede impegnato in queste ultime settimane per la cessione del club Calcio Varese.

Così solo potrebbe scongiurata la sparizione della Società, dice l’avvocato legnanese Mauro Nucera: “Siamo avanti con la trattativa, sono settimane che lavoriamo sulla due diligence al fine di certificare i bilanci e i debiti della compagine biancorossa. Oltre a ciò saremo in grado a breve di depositare i bilanci cosa che nelle ultime due stagioni non era stata fatta e ciò al fine delle trattative medesime“.

Sarebbe possibile come acquirente un imprenditore italiano “solido interessato a fare calcio e a farlo bene a Varese”.

È chiaro che la situazione debitoria lo renda pensieroso ma l’agenda del Varese vede come prossimi appuntamenti settimana ventura, incontri con la maggior parte dei creditori, con il Comune e qui il nodo da scegliere è quello della struttura dell’Ossola e di Varesello che sono fondamentali per la riuscita della trattativa e con le aziende locali, potenziali sponsor e imprenditori che hanno già manifestato intenzione di dare una mano al nuovo corso del Varese, se tutto andrà bene.

È una trattativa avanzata con tanti dubbi per i debiti ma pare che ci sia la volontà di portarla a termine da parte di tutti e speriamo che si possa definire settimana prossima“.