Caos in Serie C e D, venerdì i nomi delle ripescabili

Il Legnano attende di conoscere il proprio destino, ma per la certezza serviranno ancora settimane

LEGNANO – Domani, venerdì 12 luglio, la Lega Pro renderà noti i nomi delle squadre che saranno ripescate per completare gli organici della terza serie.

Sono infatti cinque le società di Serie C a rischio iscrizione: Lucchese, Albissola, Siracusa, Arzachena e Foggia. Le prime tre non hanno neppure presentato la domanda di iscrizione a causa delle difficili sitazioni finanziare in cui versano, mentre le altre due hanno presentato la documentazione parzialmente incompleta.

Un sesto posto che potrebbe liberarsi è quello del Venezia, che sarà ripescato in Serie B al posto del Palermo, la cui domanda di iscrizione tra i cadetti è stata respinta per irregolarità amministrative e gestionali. I lagunari, che avevano perso lo spareggio playout contro la Salernitana, hanno già versato in Lega la fidejussione di 800.000 euro per la riammissione tra i Cadetti.

Dunque potrebbero essere sei i posti vacanti in Serie C, che verrebbero da altrettante squadre che a loro volta libererebbero spazio nella sottostante Serie D, che a sua volta ha i suoi bei problemi con una quindicina di club al momento a forte rischio esclusione. Fra questi si parla di Macchia (che potrebbe cedere al Campobasso il titolo sportivo), Ancona, Altovicentino, Massese, Melfi, Nuorese e Real Metapontino.

Al momento le squadre che hanno chiesto la possibilità di ripescaggio in Serie D sono sedici. Dodici sono tra le retrocesse dalla Serie D: Castelfidardo, Castiadas, Città di Anagni, Igea Virtus Barcellona, Legnago, Olympia Agnonese, Pavia, Pomigliano, Rotonda, Sinalunghese, Tamai Viareggio. Quattro sono invece finaliste dei playoff promozione di Eccellenza: Agropoli, Gladiator, Pomezia e , come sappiamo, Legnano.

Tutte le richieste dovranno essere valutate dalla Co.Vi.So.D che renderà noti gli esiti sempre domani, venerdì 12 luglio. Una volta noti i nomi delle squadre ammesse al ripescaggio, verrà stilata una graduatoria che verrà impiegata per i ripescaggi, in attesa di conoscere con certezza il quadro delle escluse in Serie C e D.

Le società eventualmente escluse da tale graduatoria avranno tempo fino alle 14 del 16 luglio per presentare l’eventuale ricorso, che verrà poi valutati entro il 29 luglio.