Gara pazza in Germania: entrambe le Alfa Romeo Racing a punti

Vince Verstappen, Raikkonen e Giovinazzi fra i primi dieci

LEGNANO – Un clima ballerino che alternava pista bagnata a pista asciutta ha consegnato ai tifosi un Gran Premio di Germania da favola, ricco di colpi di scena, addirittura cinque soste per cambio gomme e un podio inaspettato.

Alla bandiera a scacchi ad Hockenheim ha trionfato Verstappen su RedBull, nonostante una partenza al rallentatore e un testacoda causato dall’errata scelta di gomme (gialle) a metà gara, inadatte al fondo stradale scivoloso. Seconda piazza per Vettel: il ferrarista si è reso protagonista di una incredibile rimonta dal ventesimo posto, salvando l’onore della Rossa, fuori dai giochi con Leclerc, colpevole di un’uscita all’ultima curva intorno a metà gara, peccato per il monegasco che altrimenti avrebbe potuto lottare per la vittoria. Terzo Kvyat della Toro Rosso, con grande gioia dei meccanici e di tutto lo staff della scuderia di Faenza, al secondo podio della sua storia.

Non pervenute le Mercedes che, fra incidenti (Bottas out, Hamilton ala rotta, 11°) e problemi ai box, nono hanno portato a casa nemmeno un punto.

Grande soddisfazione invece per le due Alfa Romeo Racing, entrambe a punti (7° Raikkonen, 8° Giovinazzi). Il finlandese addirittura ha infilato Verstappen in partenza e ha lottato per la terza posizione, andando poi a fronteggiare Vettel nelle fasi centrali per il secondo posto. Giovinazzi invece ha stampato il terzo giro veloce di oggi, dietro solo a Verstappen, che ha conquistato un punto addizionale, come da regolamento, e Vettel. Vedendo come sono andate le cose in gara, non sarebbe stato impossibile vedere i due driver lottare per un piazzamento sul podio.

Per il Biscione quindi continua il periodo positivo, sembra che le difficoltà di inizio stagione siano ora superate e che entrambi i piloti abbiano trovato il giusto feeling con la macchina.

Foto @AlfaRomeoRacing