Quantcast

Orizon, nazionali di judo da podio foto

Soddisfazione per la palestra di Busto Garolfo

BUSTO GAROLFO – Nemmeno il grande caldo di questi giorni è riuscito a fermare gli atleti di judo della palestra Orizon di Busto Garolfo che si sono preparati per affrontare l’ultima gara della stagione sportiva. Al Palazzetto dello Sport di Massa Martana – Todi (Umbria) si è svolto l’11° trofeo individuale judo Master e il 6° campionato Italiano a squadre Master.

La competizione è stata particolarmente importante nell’ambito di un circuito nazionale dedicato al judo Master, e ha visto la partecipazione di atleti di livello provenienti da tutta l’Italia.

Per Orizon erano presenti gli atleti Vincenzo Barretta e Luigi Drago, che come sempre hanno tenuto alti i colori della società.

Barretta ha confermato la sua preparazione e ha portato a casa la medaglia d’oro conducendo la gara in modo magistrale. Questa ennesima vittoria lo porta a classificarsi al secondo posto della categoria M1 nella ranking nazionale.

Drago si è difeso molto bene, ma non è riuscito ad andare oltre il 5° posto in una pool di atleti molto forti. Si è classificato individualmente nella categoria M5 al quarto posto della ranking nazionale.

Gli Atleti inoltre hanno partecipato al Campionato Italiano a squadre, convocati dalla rappresentativa Umbra dal responsabile Oscar Niccacci: Barretta nel gruppo Under 45 come peso – 66kg in una squadra molto competitiva e proiettata verso la finale con atleti come Fabio Andreoli atleta di rilievo del gruppo sportivo Carabinieri. Con due vittorie su Piemonte e Campania l’Umbria accede alla finale contro la Lombardia; il massimo che si poteva raggiungere con la squadra. L’Umbria ottiene il secondo posto italiano master 2019.

Barretta dichiara: “Sono fiero di aver avuto un’ opportunità di questo genere a rappresentare l’ Umbria e soprattutto in una squadra con atleti di spessore come Fabio” mentre
per Drago nell’ altra squadra umbra over 45, dove ha sfiorato il podio dando un importante contributo alla squadra, si è trattato di una “grande esperienza molto emozionante, ringrazio il responsabile per la possibilità, in fondo sia io che Barretta abbiamo rispettato le nostre origini meridionali, ancora più orgoglio per noi“.

Conclusione ottima per una stagione veramente d’oro.

Il tecnico Mario Sina commenta positivamente la stagione, e ribadisce che per la prossima sono in programma molte iniziative per i più giovani, gli amatori e soprattutto gli agonisti.