Quantcast

Simone Crea, il suo addio al Legnano

"Avrei potuto ricevere una maggior riconoscenza da parte di qualcuno...", scrive il giocatore su Instagram

LEGNANOSimone Crea non fa più parte dei programmi del Legnano. A dirlo è lo stesso giocatore, in un lungo post apparso nella prima serata di oggi, giovedì 11 luglio, sul suo profilo Instagram.

Si dice che tutto abbia un inizio ed una fine ed oggi per me è arrivato quel momento. Con rammarico saluto la maglia lilla che mi ha accompagnato per due grandi stagioni: oggi firmo la fine di due stagioni indimenticabili , la fine di due anni fantastici, pieni di sofferenza e dolore ma allo stesso tempo pieno di grandi soddisfazioni e gioie sia di gruppo sia personali.“, scrive Crea.

Vado via con la consapevolezza di essere stato un tassello importante in questa squadra, di essermi contraddistinto per la mia tenacia in tutti i 90 minuti e di più con la voglia di dimostrare sempre il mio valore. Saluto tutti con un po’ di rammarico, so di aver onorato fino all’ultimo questa maglia, di averci creduto fino alla fine, perché questa piazza, questa famiglia meritava tutto ciò e in cuor mio so che, forse, avrei potuto ricevere una maggior riconoscenza da parte di qualcuno…

Voglio ringraziare in particolar modo la famiglia Munafo’ e il vice presidente Tomasich, che mi hanno dato la possibilità di giocare per una grande squadra come il Legnano ma soprattutto perché oltre che come giocatore mi hanno trattato come un figlio sin da subito.

Volevo, inoltre, ringraziare Emilio e Mario, “ il cuore della società “, per la loro super disponibilità nei miei confronti  – si legge ancora nel post – Ultimi ma non ultimi, un grazie infinito ai tifosi per il loro sostegno e per il loro amore che esprimono ogni domenica per questa squadra. Ci hanno sostenuto, applaudito e persino accolto al ritorno nonostante una finale persa. Una finale persa, purtroppo, ma raggiunta grazie ad una coesione e una forza di gruppo straordinaria. Ci siamo sostenuti a vicenda, abbiamo combattuto insieme, vinto e perso ma siamo rimasti uniti.
Un gruppo formato da amici prima che da compagni di calcio, che porterò sempre nel mio cuore.

Se a tutto c’è una fine, i ricordi però non li potrò mai cancellare – conclude l’ormai ex giocatore lilla – Spero che il Legnano venga ripescato in serie D, consapevole del fatto che se così sarà, un piccolo merito, è anche mio. Porterò dentro di me sempre questi due anni fantastici sperando di aver lasciato un bel ricordo ad una squadra che ha scritto la storia anche in serie A. Grazie Legnano, grazie di tutto, ti porterò sempre nel cuore.”