Al tedesco Bauhaus la Coppa Bernocchi numero 101 fotogallery

Arrivo in volata anche per l'edizione 2019

LEGNANO – L’edizione 101 della Coppa Bernocchi finisce in Germania. A vincerla in volata il tedesco della Bahrain-Merida Phil Bauhaus, che ha regolato gli italiani Simone Consonni della UAE Emirates e Imerio Cima della Nippo-Vini Fantini-Faizanè.

Partenza come di consueto dal centro di Legnano e km 0 in Via XX settembre, con i corridori che quest’anno hanno raggiunto Canegrate, Parabiago, Nerviano per ritornare poi per un veloce passaggio sul traguardo di Legnano, per poi toccare Busto Arsizio e la Valle Olona.

Gruppo compatto fino all’ingresso nel circuito in valle, quando, sul primo passaggio al “Piccolo Stelvio” si staccano in cinque, che poi si riducono a tre, Stalnov, Landi e Covi, il cui vantaggio massimo arriva a quasi tre minuti.

Il terzetto di testa viene poi raggiunto da Graziato della Sangemini-Treviagiani-MG.K Vis prima della fine del secondo giro.

Alta la media dei fuggitivi, intorno ai 45 km/h, che li porta ad un vantaggio di poco sopra i quattro minuti nel corso del terzo giro in valle.

Al passaggio sul successivo Gran Premio della Montagna di Morazzone sono Covi e Stanlov allungare sui compagni di fuga, che vengono poi riassorbiti dal gruppo.

Nell’ultimo giro il gruppo inizia ad aumentare il ritmo anche grazie alla Nazionale italiana ed il vantaggio dei due inseguitori si riduce chilometro dopo chilometro fino a quando vengono riassorbiti.

Subito dopo si staccano dal gruppo Viviani, Lutsenko, ViscontiBisolti, Gabburo, Grellier, Rolland e Canola, che quando transitano per la prima volta davanti al traguardo di Legnano restano però in tre: Viviani, Lutsenko e Visconti. Il loro vantaggio è di 23 secondi.

A nove chilometri dalla conclusione Viviani si sfila dal terzetto di testa, mentre nel gruppo, allungatissimo, continuano gli attacchi.

Al suono della campanella dell’ultimo giro il gruppo raggiunge i fuggitivi e si arriva quindi ad un arrivo in volata, con il tedesco Bauhaus che, come detto, fa suo la prestigioso competizione legnanese.

Sono contento che anche questa edizione sia andata alla Bahrain-Merida, la terza consecutiva dopo le due vittorie di Colbrelli nel 2017 e 2018“, ha dichiarato a fine gara Bauhaus, che si è detto comunque soddisfatto della stagione, che lo vede per la prima volta vincere una gara ufficiale.

Coppa Bernocchi 2019 ordine di arrivo