Quantcast

Daniele Fortunato: “Questa non è la vera Atalanta!”

L'ex centrocampista lilla analizza l'esordio in Champion's dei neroazzurri

LEGNANO – In tanti a Legnano se lo ricordano ancora. Daniele Fortunato ha lasciato ricordi indelebili in maglia lilla, colori che vestì dal 1978 al 1985, per poi passare al Vicenza, quindi all’Atalanta ed infine alla Juventus nel 1989 per 6 miliardi di lire vincendo  Coppa Italia e Coppa Uefa.

Fortunato è stato contattato oggi da Radio Sportiva per fare il punto sulla sua ex squadra dopo la debacle di Zagabria costata un 4-0 nell’esordio continentale.

“Questa non è stata la vera Atalanta. A Zagabria non c’è stata partita”.

“In Italia abbiamo tanto tatticismo.  All’estero devi essere subito pronto altrimenti ti puniscono. In Italia può partire così ma in Europa no”.

“Io comunque penso ad una giornata storta, ad una partita nata male. Ripercussioni in campionato? Quando è caduta l’Atalanta si è sempre rialzata. Due o tre grandi giocatori li ha. Altri sono nazionali e sono giocatori abituati a giocare in diverse realtà. Questa sconfitta non  avrà ripercussioni in  campionato. Sarà sempre difficile incontrare l’Atalanta per chiunque”. 

 

 

Non c’è stata partita.
In Italia tanto tatticismo.  All’estero subito essere pronto.
In Italia può partire così i  EUROPA no.
Sarastata anche una giornata storta. Nata male.