Quantcast

Frogs-Seamen, gli antichi rivali diventano partner

Nasce un'importante collaborazione che permetterà ai due club di valorizzare e far crescere i propri giocatori

LEGNANO – Tutti gli appassionati di Football Americano “made in Italy” non possono non conoscere la grande rivalità sportiva che negli anni ’80 e ’90 esisteva tra due delle più grandi squadre del massimo campionato italiano, i Frogs Legnano ed i Seamen Milano.

Chi ha qualche capello bianco sicuramente ricorderà il Superbowl numero VII di Rimini del 1987, quando i Frogs del grande Bob Frasco si imposero sui milanesi per 27-24 in una partita memorabile. O quello di Parma due anni più tardi, vinto anche in quel caso dai legnanesi per 39-33.

Sono passati tanti anni, nel frattempo il football in Italia è cambiato radicalmente, molte vecchie glorie sono nel tempo uscite di scena, altre sono ritornate ma partendo dai gradini più bassi.

Oggi i Seamen sono la più forte squadra italiana, che dal 2013 ha conquistato cinque volte il titolo di Campione d’Italia, partecipando a ben sei Superbowl su sette e vincendo gli ultimi tre consecutivi e centrando una finale nell’Eurobowl 2018.

I Frogs invece, dopo qualche anno di pausa, da tre anni hanno deciso di rifondarsi, puntando su un gruppo appassionato di giovani giocatori con i quali lo scorso anno hanno partecipato al campionato di Terza Divisione.

Dall’incontro tra Marco Mutti e Ettore Guarneri (nella foto d’apertura), un tempo capitani rivali in campo (ma compagni in Nazionale Campione d’Europa nel 1987, nella foto sotto…) ed oggi Presidenti, rispettivamente, di Seamen e Frogs, è nata una collaborazione che non si può che definire storica, che permetterà alle Rane di tornare in campo da protagonisti in un campionato che conta, come quello di Seconda Divisione.

Con un sogno, espresso dal Presidente “rivale” milanese: quello di tornare quanto prima a rivedere in campo in un Superbowl ancora una volta uno contro l’altro Seamen e Frogs, come trent’anni fa.

Un’accordo sottoscritto tra i due team, pur lasciando ad entrambi l’assoluta libertà di gestione, permetterà l’interscambio di giocatori, sia a livello di prima squadra che di settore giovanile.

I Seamen manderanno a Legnano i loro giocatori bisognosi di farsi le ossa e di crescere prima di poter essere mandati in campo nella massima serie, mentre le Rane metteranno a disposizione alcuni elementi del loro vivaio che potranno prendere parte ai campionati giovanili dispitati dai milanesi.

I primi giovani Frogs interessati dall’accordo saranno Erik Menghini, Ali Saad, Gabriele Verderio e Davide Cilento, che nella prossima stagione avranno la possibilità di crescere allenandosi con i Seamen e disputando il campionato Under 19.

Una collaborazione, quella tra milanesi e legnanesi, che porterà importanti benefici per entrambi i club e che, siamo certi, farà scuola anche in realtà sportive differenti.

Frogs Legnano