Quantcast

Mister Manzo: “La Pro Sesto più forte, ma la si poteva raddrizzare…” video

I due allenatori commentano la gara nel dopo partita

LEGNANO – Da cosa ripartire dopo la sconfitta con la Pro Sesto? Anzitutto il Legnano ha perso la prima gara dopo sette turni… Poi come ha detto sportivamente anche Mister Parravicini a nome degli ospiti “questo Legnano è una squadra forte, allenata bene che lotterà per posizioni importanti e faccio i complimenti ai Lilla per la prestazione“.

Mister Vincenzo Manzo parlerà con i ragazzi martedì, alla ripresa degli allenamenti: “sono stato calciatore e dopo la partita sono stato seduto accanto ai miei giocatori mettendoci la faccia, poi quando inizieremo la settimana analizzeremo la partita“.

Questa compattezza morale è una marcia in più per superare la prima impasse: “E’ un campionato difficile, sapevamo non oggi che la Pro Sesto è una squadra forte, attrezzata per vincere il campionato, ma noi continuiamo a lavorare per migliorare e crescere“.

Nel primo tempo non siamo stati affatto belli, nel secondo abbiamo costruito le nostre occasioni, ci sarebbe stato anche un rigore su Pavesi lanciato in porta e poi abbiamo anche avuto nel finale l’occasione con Gobbi, peccato ma andiamo avanti“.

Domenica ci sarà la trasferta in Val Brembana dal Villa Valle, in cui riprendere la marcia con un Perez in più: “E’ un giocatore che non scopriamo oggi, di grande qualità, un valore aggiunto che solo da settimana scorsa è riuscito a riprendere il lavoro con il gruppo,ed è un calciatore che abbiamo preso perchè sa fare la differenza“.

Contro la Pro Sesto schierata con il trequartista il Legnano le ha poi provate tutte passando dal 4-3-3 anche al 4-2-4 e anche nel finale Miculi è stato portato in prima linea per dare manforte.

Gli ospiti dopo essere rimasti in 10 hanno ripiegato in un 4-4-1 dove la mossa di Paravicini è stata quella di cambiare Di Renzoperchè dopo l’espulsione ci siamo messi con due linee di quattro perchè ho voluto dare più forza dalla parte di Foglio e Gasparri, alzando Viganò e mettendo Giubilato, per consentire a Cominetti di stare davanti perchè sa saltare l’uomo. Ed è andata bene come idea“.