“Piazza pulita”, rinviato il processo all’ex Sindaco di Legnano

Contestata dalla difesa la costituzione di parte civile da parte del Comune di Legnano

LEGNANO – Rinviata al prossimo 28 ottobre la prima udienza del processo all’ex Sindaco di Legnano Giambattista Fratus, al suo vice Maurizio Cozzi ed all’Assessore Chiara Lazzarini.

I tre ex amministratori comunali legnanesi sono stati imputati dal Pubblico Ministero Nadia Calcaterra, nell’ambito dell’inchiesta “Piazza pulita“, dei reati di turbata libertà degli incanti e, per il solo Fratus, anche di corruzione elettorale relativa alle ultime elezioni comunali che lo hanno portato a Palazzo Malinverni.

Il motivo del rinvio è dovuto alla contestazione, da parte dei difensori degli imputati, della costituzione di parte civile da parte del Comune di Legnano, a loro avviso presentata in ritardo.

I tre politici legnanesi, che sono reduci da cinque mesi di arresti domiciliari (per Cozzi anche da sei settimane di carcere) hanno scelto la formula del rito immediato dopo aver rifiutato il patteggiamento, che avrebbe comportato a pene comprese tra gli 11 ed 12 mesi.