Quantcast

Il profondo rosso del Milan

Una voragine nei conti del club di via Aldo Rossi

MILANO –  Un buco da 155,9 milioni di euro nel bilancio 2018-2019. A riferirlo il Corriere della Sera che spiega che il Milan è in profondo rosso.

Milan-Brescia 1-0 Calcio Serie A

Secondo Tuttosport i conti sarebbero invece questi:

Un rosso di 146 milioni, un dato da record, il peggiore della sua storia. Il Milan deve registrare con amarezza il dato negativo relativo al bilancio: in calo i ricavi dalla vendita di calciatori, i proventi da sponsor e da biglietteria. Tre dati da non sottovalutare, visto che l’unico numero in crescita è quello dei ricavi da diritti televisivi (da 109,3 a 113,8 milioni).

Secondo la Stampa

Il rosso di 146 milioni rappresenta il peggior dato della storia del Milan. Calano in particolare i ricavi dalla vendita dei calciatori (da 42 a 25,5), i proventi da sponsor (da 44,7 a 38) e i proventi dalla biglietteria (da 35,3 a 34,1). In salita, invece, i ricavi da diritti tv (da 109,3 a 113,8). I costi salgono anche per l’aumento del costo del personale (da 150,4 a 184,8) e dei giocatori in prestito (10,2 milioni per il solo Higuain), mentre calano gli ammortamenti. Il saldo complessivo dei trasferimenti sul calciomercato è stato di – 103,2 milioni (153,1 spesi, 49,9 incassati). Il fondo Elliott, come riportato nel bilancio consolidato firmato dall’ad del Milan Ivan Gazidis, «ha versato 265 milioni fino al 30 giugno 2019 più altri 60 milioni tra luglio, agosto e settembre. 

Intanto secondo indiscrezioni il fondo Elliott “ha versato 265 milioni fino al 30 giugno 2019 più altri 60 tra luglio, agosto e settembre”.

Più informazioni su