Un brodino che fa bene al Milano City

Nella bergamasca arriva un punto che fa numero

BUSTO GAROLFO –  Senza mister Passiatore, assente per motivi di salute, a Ponte San Pietro è il secondo Luigi Petrone a dirigere il City conro i bergamaschi dell’ex difensore centrale Rondelli.

Mister Petrone rivoluziona la formazione in campo rispetto alle prime giornate con Rainero, Ornaghi Rondelli Capone, Lombardi (esordio dal primo minuto) Mecca Vecchione Pellini Lattarulo, Spinola e Mbaye coppia offensiva.

La prima occasione della partita è proprio per il Milano City che al 7’ con Lattarulo, che svicola sulla fascia sinistra, serve un ottimo cross tagliato per Spinola che in girata non inquadra la porta di un niente. Brividi per Pennesi.

Partita contratta con il Milano City che sfrutta bene il binario sinistro, sfruttando bene la fisicità dei suoi interpreti in campo pressando gli avversari.

Parte centrale del primo tempo di studio per le due formazioni, con i granata che tenta ripetutamente il contropiede con i padroni di casa attenti a controllare ma meno bravi in fase d’impostazione.

Primo tempo che si conclude con questo andamento: Milano City che gioca bene sulle fasce senza però trovare la conclusione davanti con Spinola e Mbaye leggermente fuori da un gioco corale comunque molto buono. Al 45’ è 0-0.

Secondo tempo senza cambi per entrambe le formazioni ed è subito occasionissima per il Milano City in contropiede con Spinola, che recupera il pallone a centrocampo, che da destra entra in area scaricando un destro potentissimo che Pennesi devia per miracolo.

All’ 8’ minuto calcio di punizione di Pellini dai 30 metri col pallone che finisce clamorosamente sul palo.

Ritmo di gioco molto basso anche nella seconda metà di gara con entrambe le squadre più interessate a difendere il risultato piuttosto che cercare gioco con la gara interrotta più volte per un metro di gara molto rigido.

Al 24’ primo cambio per mister Petrone con Scampini, al ritorno in campo dopo un lungo infortunio, che prende il posto di Pellini.

La svolta della partita potrebbe arrivare al 28’ secondo tempo con l’espulsione di Capone per somma di ammonizioni.

Comincia il forcing del Ponte San Pietro con il Milano City comunque ben messo in campo che riesce a difendersi ordinatamente senza subir vere occasioni da rete.

Al 39’ cambio esce Spinola ed entra Passaro.

Un minuto dopo ristabilito la parità numerica con una follia di Canalini che colpisce Lombardi sotto gli occhi del direttore di gara.

Al 45’ tenta l’ultima carta Petrone sostituendo Mbaye con Tosolini con il direttore di gara che concede 5’ di recupero.

Non basta però l’extra time finisce 0-0 (foto A.C. Ponte San Pietro)