Il Villa Cortese perde la testa per un errore dell’arbitro

Partita vinta sul campo, ma non per il giudice sportivo

VILLA CORTESE –  Un errore di trascrizione dell’arbitro alla base della penalizzazione del Villa Cortese.

Sul campo i villini hanno vinto 2-0 la partita contro il Lonate Pozzolo, ma il giudice sportivo ha punito il Villa a causa di un errore di referto che indicava un fuoriquota sostituito da un non fuoriquota. Errore questo invece fatto dal Lonate Pozzolo che ha poi giocato con due soli fuoriquota invece che i tre previsti dal regolamento.

Questa la reazione del Villa:

“Complimenti alla società del Lonate calcio che con un gesto antisportivo si è appropriata di tre punti in classifica approfittando di un errore di trascrizione arbitrale, sono veramente indignato per i fatti accaduti e come indipendentemente da ogni considerazione di carattere morale si possa fare un reclamo per un cambio effettuato dalla società Lonate calcio e per errore assegnato a noi. Trovo il ricorso fatto un gesto altamente antisportivo e diseducativo. Io e i miei collaboratori crediamo fortemente nel valore formativo ed educativo del gioco del calcio , ma a quanto pare non tutte le società seguono certe impostazioni”.

Questa la sentenza del Giudice Sportivo in merito alla vicenda:

Con deliberazione pubblicata sul C.U. n. 14 del 10.10.2019 questo Giudice ha deciso di sospendere l’omologazione della gara in oggetto a seguito di preannuncio di ricorso da parte della Società ASD CALCIO LONATE POZZOLO.

Si dà atto che con mail in data 09-10-2019 ore 16.12 la segreteria del GS ha provveduto ai sensi dell’articolo 67 del CGS a comunicare alle società la data fissata per la pronuncia;

Premesso che la società A.S.D. CALCIO LONATE POZZOLO con nota a mezzo @MAIL in data 6 OTTOBRE 2019 ore 18.39 ha preannunciato ricorso; che con nota presentata a mano in data 9 OTTOBRE 2019 ha depositato il ricorso in cui si segnala la mancata presenza dei fuoriquota previsti da parte della Società U.S. VILLA CORTESE in ordine alla gara del campionato SECONDA CATEGORIA GIRONE “N” del 6 OTTOBRE 2019 tra: A.S.D. Calcio Lonate Pozzolo – U.S. Villa Cortese.

Dagli atti di gara risulta che la Società U.S. VILLA CORTESE ha iniziato la gara con nr. 4 fuoriquota: nr. 2 Maneggia Andrea nato il 25/10/1997; nr. 3 Tallarico Luca nato il 03/08/1999; nr. 6 Moro Federico nato il 28/06/1997; nr. 11 Pariani Matteo nato il 22/06/1997, dal rapportino di gara risulta che la succitata Società nel corso della partita ha sostituito al minuto 23 del secondo tempo il nr. 11 con il nr. 14 Colombo Stefano nato il 15/03/1995, al minuto 27 del secondo tempo il. 3 con il nr. 17 Sommella Edoardo nato il 17/05/1995 venendo meno pertanto il numero minimo di calciatori fuoriquota.

La Società U.S.VILLA CORTESE con nota presentata in data 14 ottobre asseriva che la sostituzione del 27′ del secondo tempo (nr.17 per il nr. 3) non era da riferire a loro ma alla Società avversaria. Interpellato il Direttore di gara lo stesso confermava, a mezzo mail, l’esattezza delle sostituzioni indicate sul rapportino confermando che la sostituzione in oggetto era da riferire alla Società U.S. VILLA CORTESE.

La gara pertanto si è svolta irregolarmente in quanto dal minuto 27 del secondo tempo la Società U.S. VILLA CORTESE non ha più rispettato la normativa vigente in merito ai calciatori fuoriquota pertanto si ACCOGLIE il ricorso presentato dalla Società ASD CALCIO LONATE POZZOLO e si DELIBERA di comminare a carico della Società U.S. VILLA CORTESE la sanzione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 – 3.”