CGSVO, vince la noia… e la Virtus Cornaredo risultati foto

In una giornata tipicamente autunnale la peggiore prestazione stagionale dei sanvittoresi

SAN VITTORE OLONA (MI) – Il C.G.S.V.O. festeggia con un giorno di ritardo la solennità dei morti (viventi), disputando contro la Virtus Cornaredo quella che, probabilmente, rimane ad oggi la sua peggior partita da inizio campionato.

In una giornata caratterizzata da un clima letteralmente da ‘2 novembre’, la squadra di Bevilacqua è infatti riuscita nella non facile impresa di concretizzare nel corso dell’intero incontro – a parte il gol della bandiera di Kone, realizzato nei minuti di recupero – una sola occasione da rete, restando per il resto della partita in balia di sporadiche e disperate iniziative dei singoli, puntualmente destinate a naufragare nel nulla.

Il primo tempo, in particolare, è stato di una noia mortale. Se si esclude infatti il gol messo a segno al 33’ dalla squadra ospite – tanto per cambiare, in conseguenza di un errato disimpegno difensivo che ha messo la palla sui piedi di De Nicolo che, dal limite destro dell’area di rigore arancionera, ha incrociato sul palo più lontano il gol del vantaggio della Virtus – per tutta la prima frazione di gioco non si è visto, né da una parte né dall’altra, un solo tiro nello specchio della porta avversaria.

Nel secondo tempo il copione non è cambiato di molto, se è vero che si è dovuto aspettare il 63’ per vedere il raddoppio della formazione biancorossa, questa volta all’esito di una bellissima incornata di Gualtieri, perfettamente imboccato da un cross proveniente dalla destra.

La seconda rete ospite ha di fatto chiuso le ostilità, tanto che per vivere la prima emozione fra le file arancionere si è dovuto attendere l’80’ quando Kone si è visto respingere dal bravo portiere biancorosso la conclusione ravvicinata di destro che aveva fatto gridare al gol.

Gol arrivato poi al 91’ ad opera dello stesso Kone che, con un bel sinistro dal limite dell’area ha indovinato il tiro giusto che, dopo aver rimbalzato su entrambi i pali, ha finito per carambolare nella porta avversaria per il definitivo 1-2.

Unica nota di colore, in un pomeriggio in tutti i sensi davvero grigio, i folkloristici tifosi ospiti che, pure in numero estremamente ridotto, sono riusciti prima a farsi sentire da fuori le mura dello stadio e poi, una volta trascorso l’orario di rito per accedere gratuitamente al campo, ad incoraggiare dagli spalti con tanto di tamburi e bandiere la formazione biancorossa, uscita meritatamente vittoriosa dalla sfida con un C.G.S.V.O. apparso, oggi più che mai, rinunciatario e decisamente sotto tono.

I risultati della giornata QUI >>

La classifica QUI >>