Quantcast

Il GS Rancilio ospite del Team Cofidis foto

In occasione della "Tre Valli Varesine" la società parabiaghese è stata ospite della squadra professionistica guidata da Roberto Damiani

PARABIAGO (MI) – Il progetto “Atleta oggi, Dirigente domani” del GS Rancilio si arricchisce di un nuovo capitolo: approfittando della presenza alla “Tre Valli Varesine“, svoltasi nelle scorse settimane, la società parabiaghese è stata ospite del Team Cofidis, squadra professionistica guidata da Roberto Damiani.

Damiani, che è anche uno dei Tutor del progetto “Atleta oggi, Dirigente domani“, ha vestito i panni di cicerone durante la giornata illustrando alla rappresentativa degli atleti della Rancilio come funziona un team di ciclismo professionistico.

Come momento iniziale non poteva mancare la visita al nuovissimo camion assistenza, una vera e propria officina mobile che si prende cura in modo maniacale delle biciclette degli atleti. Interessantissimo scoprire alcuni dei trucchi e dei vezzi che ogni atleta richiede sulla propria bici.

Altra tappa è stata la visita al motorhome che il Team utilizza per le trasferte e gli spostamenti per raggiungere le località di gara: una vera e propria casa-mobile, dotata di ogni confort e di una quantità incredibile di materiale, dal vestiario di scorta ai rifornimenti di cibo fino allo spazio per i massaggi, per assistere in ogni momento gli atleti prima e dopo le gare.

Molto interessante l’approfondimento di Damiani su organizzazione tecnica, logistica, amministrazione, gestione dei mezzi e del personale, elementi che non sono certamente visibili al grande pubblico durante le gare ma che compongono la base fondamentale per il buon funzionamento del Team nel corso della stagione.

28 Atleti e un organico totale di oltre 60 addetti, sono alcuni numeri che dimostrano come un Team di ciclismo sia ormai oggi una vera e propria Azienda, in continuo movimento e spesso presente a 3 o anche 4 gare contemporaneamente in diversi Paesi del Mondo.

Da evidenziare inoltre che il Team Cofidis è uno dei pochi al mondo che fin dal 2010 ha deciso di avere al proprio interno anche una sezione di Atleti Paralimpici.

Per i ragazzi del team Juniores si è quindi trattato non solo di una visita di piacere ma di una giornata di vera e propria scuola, in cui è emerso ancora una volta che lo sport moderno non si può basare solo sulla passione per la disciplina ma anzi, richiede sempre più preparazione manageriale e capacità organizzativa ai massimi livelli.

Più informazioni su