La BCC dona 40 mila euro ad undici realtà del territorio foto

In occasione del concerto di Natale, l’istituto di credito ha rinnovato il profondo legame con la sua comunità: premiati enti e associazioni che si sono distinti in campo educativo, sportivo e culturale

BUSTO GAROLFO –  C’è chi si preoccupa dei disabili e del loro futuro quando non avranno più i familiari ad occuparsi di loro, chi fa prevenzione, chi usa lo sport per favorire l’integrazione con squadre che possono vantare giocatori di 15 nazionalità diverse, ma anche chi accompagna gli anziani a fare le visite e chi educa giovani e giovanissimi.

Non certo ultimi, il ruolo fondamentale di parrocchia e oratori e chi promuove l’educazione
musicale. Sono loro i soggetti che «danno valore al territorio» e che la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha voluto premiare con un contributo. L’occasione è arrivata domenica 22 dicembre, durante il tradizionale concerto di Natale del corpo musicale Santa Cecilia di Busto Garolfo diretto dal maestro Fulvio Clementi.

«È questo il nostro momento più importante nel quale ribadire non solamente la vicinanza al territorio, ma una vicinanza di qualità attraverso un sostegno concreto che è condivisione di valori e di progetti», ha affermato il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Roberto Scazzosi, intervenuto all’appuntamento natalizio assieme ai consiglieri della banca Danila Battaglia e Vittorio Pinciroli.

La Bcc ha consegnato quasi 40mila euro a dieci realtà no profit di Busto Garolfo che si
sono distinte per la loro azione in campo sociale, educativo, culturale e sportivo. In più, ha riconfermato il sostegno al progetto Solidarietà per il Lavoro.

Ha proseguito Scazzosi: «Un anno fa abbiamo aderito al Gruppo bancario cooperativo Iccrea, una scelta che, per quanto difficile, non ci ha portato a cambiare il nostro essere banca di comunità. Rivendichiamo la nostra identità, i nostri valori che sono anche la nostra forza e la nostra capacità di tessere relazioni costruttive. Se il Gruppo ci pone in una dimensione più ampia, i valori propri del Credito Cooperativo rimangono immutati».

Le beneficenze sono state consegnate al sindaco di Busto Garolfo, Susanna Biondi, per dare continuità al progetto Solidarietà per il Lavoro; un progetto che, promosso dai Servizi sociali del Comune, dalle Acli e dalla Caritas, mira a creare occasioni di occupazione temporanea per quanti hanno perso il lavoro. Le associazioni e gli enti no profit che hanno ricevuto il contributo della Bcc sono stati: il gruppo volontario di Protezione Civile che oltre ad un’attività costante di monitoraggio sul territorio, fa anche un’azione di educazione e prevenzione nelle scuole cittadine; l’associazione Hakuna Matata che ha come finalità la promozione umana nell’ambito dell’educazione ai minori; l’associazione GPU – Genitori per la Promozione Umana, gruppo che opera al fianco dei ragazzi con disabilità e promuove la residenza familiare per disabili Oasi Domus; alla corale parrocchiale Santa Cecilia che anima momenti religiosi e civili; al CSG – Centro Sportivo Giovanile – promotore dell’attività sportiva in ambito oratoriano; al corpo musicale Santa Cecilia che mette al centro della propria attività l’educazione musicale ed è stato protagonista anche del concerto di Natale; all’associazione sportiva La Rete che promuove l’integrazione attraverso lo sport; alla sezione di Busto Garolfo della Croce Azzurra Ticinia che aiuta le persone con disabilità e gli anziani nei trasferimenti verso i centri di cura; all’oratorio Sacro Cuore e alla comunità parrocchiale di Busto Garolfo che continuano instancabilmente la loro azione sociale, educativa e di promozione umana. «Useremo il contributo per abbattere le barriere architettoniche nello spazio parrocchiale del salone San Carlo», ha annunciato il parroco don Ambrogio Colombo unendosi ai rappresentanti delle associazioni nel ringraziare la Bcc.