La Uyba vince a Scandicci e si mantiene al secondo posto

Successo sofferto e meritato per le Farfalle

BUSTO ARSIZIO – Quinta vittoria consecutiva per la Unet e-work Busto Arsizio che espugna la casa della Savino del Bene Scandicci al quinto set e in rimonta, dopo essere stata sotto 2-1.

Grande prova di forza delle Farfalle che si mantengono così al secondo posto in classifica, dietro alla corazzata Conegliano.

MVP dell’incontro la sempre positiva Britt Herbots: la schiacciatrice belga ha messo a segno 20 punti, risultando alla fine la seconda miglior marcatrice insieme alle toscane Bricio e Stysiak e dietro alla solita Lowe (24). In doppia cifra per le biancorosse anche Washington, ferma a 11 punti.

Una bella prova corale dunque da parte della vera seconda forza del campionato, attesa ora dalla difficile sfida che nel prossimo turno la vedrà contrapposta alla èpiù Pomì Casalmaggiore, terza in classifica.

Prima però la Cev Cup: mercoledì sera al Pala Yamamay arrivano le ceche dell’Omolouc per i sedicesimi di finale.

Nel primo set abbiamo dovuto prendere le misure – dice Britt Herbots, Scandicci è uno squadrone, fortissimo in attacco. Poi siamo riuscite a cambiare il trend della partita, facendo un bel lavoro in difesa e in attacco. Abbiamo giocato al 100%: eravamo obbligate a farlo per centrare la vittoria. E’ stata una partita incredibile. Stiamo giocando bene, ma dobbiamo ancora incontrare squadre importanti: la classifica è buona, ma adesso inizia anche la Coppa Cev che vogliamo rivincere; sarà un mese di dicembre pesante“.

Savino del Bene Scandicci – Unet e-work Busto Arsizio 2-3
(25-20, 20-25, 25-20, 19-25, 12-15)

Savino del Bene Scandicci: Carraro, Bricio 20, Stysiak 20, Malinov 2, Kakolewska 9, Pietrini 12, Merlo (L), Lubian ne, Sloetjes, Molinaro ne, Stevanovic 13, Bosetti L., Milenkovic. All. Mencarelli, 2° Bracci. Battute vincenti 1, errate 12. Muri: 7.

Unet e-work Busto Arsizio: Washington 11, Bici 1, Herbots 20, Simin, Gennari 4, Cumino, Orro 3, Villani 4, Lowe 24, Bonifacio 7, Berti 2, Leonardi (L). All. Lavarini, 2° Musso. Battute vincenti 4, errate 10. Muri: 7 (Lowe 4).

Arbitri: Vagni – Santi