Lilla big match al Mari

Arriva la Virtus CiseranoBergamo, squadra creata per vincere il campionato

LEGNANO – Domenica da big match al Mari per il Legnano, arriva la Virtus CiseranoBergamo a farci visita.

La Virtus Ciserano è a livello qualitativo di rosa tra le prime del girone in assoluto -spiega Mister Manzouna squadra costruita per vincere il campionato, sicuramente il campionato non è semplice, lo dimostra come una squadra con questi valori con dei giocatori importanti, tra loro almeno 8/9 hanno trascorsi tra A, B e C e si trovino a metà classifica, questo ne è la dimostrazione“.

Arriveranno gli avversari con grande concentrazione dopo la brutta batosta con la Castellanzese: noi siamo consapevoli di giocare contro una squadra forte, sappiamo che tipo di gara ci aspetta contro i giocatori di qualità della Virtus. Noi perciò dobbiamo fare una gara con grande fame, determinazione, dovremo correre più di loro, metterci tutte queste cose dentro in questa partita. Dovremo accompagnare la partita con la qualità e l’intelligenza dei nostri giocatori: sarà una gara difficile.”

Nava questa settimana ha iniziato ad allenarsi a parte, non è disponibile per questa gara, però il ragazzo sta abbastanza bene e la caviglia risponde bene: dovrebbe tornare disponibile con il NibionnOggiono, seconda gara in casa dei Lilla domenica 8.

Il Legnano sta dimostrando una buona duttilità tra 3-5-2 e 4-3-3: “Questa duttilità è molto utile, avere una squadra che recepisce in fretta un progetto tattico diverso e un modulo diverso è importante: non si può pensare infatti di fare le gare tutte alla stessa maniera, ci sono degli avversari, delle situazioni tattiche dove si possono sfruttare in positivo certe situazioni con la capacità e a lettura di sapersi adeguare ad un tipo di partita. Con il tempo aggiungeremo qualcosa d’altro ancora: dobbiamo infatti cercare sempre i presupposti dal punto di vista tattico per fare bene. Credo infatti che l’errore di un allenatore sia quello di essere un integralista, di pensare un solo modo di giocare.”

“Credo che l’intelligenza di un mister sia quella di adeguarsi al tipo di gara e dare delle opportunità ai propri giocatori di esprimersi anche su altri temi tattici e giocate. I propri giocatori infatti possono fare meglio anche con un altro sistema e questa varibiltà tattica può tornare preziosa“.