Quantcast

Mister Viganò, competenza ed esperienza per risollevare l’Inveruno

Conosciamo il nuovo tecnico dei giallublù

INVERUNO (MI) – Guadagna un sicuro protagonista il nostro girone di Serie D con l’arrivo di Walter Viganò sulla panchina dell’Inveruno, dopo l’esonero di Mister Andreoletti da parte del Patron Simonini.

Il sessantunenne tecnico di Robecco sul Naviglio torna in panchina dopo due anni, l’ultima esperienza a Ciserano. In questo tempo il Mister non è stato fermo ma come prassi per gli allenatori che attendono una chiamata, ha sempre frequentato i campi anche della zona per seguire le varie squadre e naturalmente restare aggiornati.

Tanta l’esperienza dalla sua come calciatore e tra l’altro Viganò, allora centrocampista appena rientrato dal prestito alla Salernitana, nel giugno del 1978 fa prese parte con l’Inter alla tournèe in Cina, essendo aggregato alla comitiva nerazzurra allenata da Eugenio Bersellini e contribuendo a scrivere una pagina storica del nostro calcio, in quanto fu la prima italiana a giocare in quella Nazione.

Con la maglia della Cremonese, i trascorsi più importanti per il nuovo Mister dei Gialloblù, con una promozione in Serie A nel 1983 e la guida di un altro Maestro, come Emiliano Mondonico.

Da allenatore il nuovo tecnico gialloblù ha esordito nel 1999/2000 sulla panchina del Seregno, per poi passare al Borgosesia dove è rimasto per cinque stagioni. Dalla Valsesia Viganò si è poi trasferito alla vicina Biella, dove nel 2007/08 è stato tecnico della Biellese. L’anno successivo è subentrato sulla panchina del Turate, prima di essere chiamato a guidare l’Insubria CaronneseTurate (nella foto), dove però venne esonerato dopo pochi mesi.

Tornato nuovamente nella “sua” Borgosesia per altre due stagioni, dal febbraio 2014 all’ottobre 2016 ha guidato il Gozzano, vincendo un campionato di Eccellenza Piemonte-Valle d’Aosta e una Coppa Italia Dilettanti Piemonte-Valle d’Aosta. Chiusa l’esperienza con i piemontesi, Viganò è passato nel giugno 2017 al Ciserano, dove è stato esonerato nel mese di novembre, dopo aver ottenuto 12 punti nelle prime 14 giornate.

Alla competenza e all’esperienza di Mister Viganò dunque il compito di risollevare l’Inveruno, blindandone la difesa, tra le più perforate della Serie D.

Come sistema di gioco si dovrebbe continuare con il 4-3-3 che pare non sgradito al nuovo allenatore, ma l’ultima parola come sempre spetterà al campo.

Più informazioni su