Seregno-Pro Sesto in Tv

Sportitalia trasmetterà in diretta il match. Trasferta vietata ai tifosi della Pro Sesto.

SEREGNO – La sfida di domenica tra il Seregno e la Pro Sesto sarà trasmessa in tv su Sportitalia. Il collegamento dal Ferruccio avrà inizio alle 14.

Dalle 14.30 il fischio d’inizio con la telecronaca di Gabriele Schiavi e il commento tecnico di Andrea Soncin, a bordocampo gli interventi di Giada Giacalone.

La trasferta di Seregno sarà vietata ai tifosi ospiti a causa del provvedimento del Prefetto della provincia di Monza e della Brianza che vieta la vendita dei biglietti per la partita di domenica Seregno – Pro Sesto ai tifosi residenti nella provincia di Milano.

Qui di seguito la presa di posizione ufficiale della Pro Sesto:

La decisione ci lascia estremamente perplessi, soprattutto in virtù delle motivazioni espresse.

Infatti:

1. nel provvedimento viene scritto che i nostri circa 300 tifosi (che non si sono mai resi protagonisti di fatti violenti allo stadio) non avrebbero avuto una tribuna a loro riservata.
Come può essere vero questo, se proprio lì, a leggere della precedente informazione pervenutaci dal Seregno Calcio, sarebbero dovuti essere collocati i nostri tifosi?

2. Inoltre, si legge nella stessa ordinanza, che dal 2017 ci sarebbe stata una mancanza delle condizioni di sicurezza dell’impianto sportivo che non consentiva la separazione strutturale delle due tifoserie, e che questa condizione ad oggi sia rimasta sostanzialmente invariata. Si legge ancora che le DUE tribune, da riservare eventualmente agli ospiti, non siano adeguatamente delimitate al fine di garantire che le due tifoserie possano venire a contatto.
Detto questo ci chiediamo, allora, come sia possibile che nella scorsa stagione sportiva il Ferruccio abbia invece ospitato sia la partita con la Pro Sesto (nessuno scontro tra tifosi in quell’occasione) che quelle con altre tifoserie numerose come quelle di Como e Mantova.

3. Ci domandiamo inoltre quale sia stata realmente la comunicazione dei Carabinieri di Seregno che intendevano, secondo la corrispondenza ricevuta dal Seregno Calcio, dedicare ai tifosi della Pro Sesto le due tribune dalla parte opposta alla tribuna centrale.

4. Infine, come è possibile dichiarare “non adeguatamente separati” due settori – se quelli, come appare, intendeva l’ordinanza prefettizia – che si trovano opposti rispetto al campo da gioco e chiaramente separati?

In conclusione, pur essendo consapevoli che non avremo mai una risposta a queste nostre domande, il nostro pensiero va a tutti quei tifosi della Pro Sesto che domenica avrebbero voluto assistere all’ultima partita dell’anno della propria squadra.