A Parabiago i murales ricordano Libero Ferrario

Il nome di Libero Ferrario ricordato con un murales presso il campo sportivo a lui dedicato.

PARABIAGO – Dopo i lavori di riqualificazione, l’Amministrazione ricorda il campione  attraverso un’opera di Cheone.

Nella giornata di oggi il noto writer Cheone si è messo all’opera per realizzare un murales che ritrae il campione del mondo di ciclismo Libero Ferrario al momento della Vittoria nel 1923. L’opera, commissionata dall’Amministrazione comunale, è stata pensata e programmata dalla Giunta durante i lavori di riqualificazione del campo sportivo a lui intitolato, dopo aver appreso l’intenzione della Sovraintendenza che vincolava l’Amministrazione al recupero del portale originale, ovvero senza il nome di Libero Ferrario.

 

“Libero Ferrario ha onorato la nostra Città sia da un punto di vista sportivo, che umano  dichiara il Primo Cittadino, Raffaele Cucchi– Tutti noi siamo affezionati al suo nome. Dopo gli importanti interventi di recupero che hanno restituito dignità al campo sportivo Libero Ferrario e dopo che la Sovrintendenza ci ha vincolati a ripristinare il portale originale, abbiamo pensato di ricordare il campione del mondo parabiaghese con una targa, già inaugurata, e un murales in corso di realizzazione grazie alla bravura di Cheone. In questo modo la nostra città onora e ricorda allo stesso tempo, chi ha fatto grande Parabiago agli occhi del mondo e dello sport. ”.

 

Il murales rappresenta Libero Ferrario, al quale si è fatto indossare la maglia iridata, nell’atto della vittoria che lo ha coronato primo italiano campione del mondo di ciclismo nel 1923. L’opera si trova in prossimità del semaforo dell’incrocio tra viale Marconi e via Vittorio Alfieri, facilmente visibile da pedoni e automobilisti di passaggio.