Docce fredde ed impianti sportivi penosi? Ecco l’editoriale dei tifosi

Il pensiero del Me car Legnan Lilla Club

LEGNANO  –  Pubblichiamo con piacere l’editoriale del Me Car Legnan  Lilla Club sulla situazione odierna degli impianti sportivi legnanesi.

” 2020 o 1020? Questa è la domanda che in molti ci stiamo ponendo. In un Palazzo Malinverni dove ormai pare si aggiri solo il Divino Otelma, il mago di Segrate e fantomatici acchiappa fantasmi, ci troviamo senza acqua calda, senza serrature, con un campo buono per il pascolo dei mufloni e con uno stadio che va in pezzi. Cronaca del Burkina Faso? No della Legnano commissariata, quella dello sport allo sbando. Dopo il basket senza riscaldamento, dopo la piscina con le vetrate attaccate con le Big Bubble, è arrivato il nostro turno. O meglio, sono anni che lo diciamo, ma ora il bubbone è esploso. Una schifezza immonda che fa scappare “giustamente” la voglia a chi è ancora cosi pazzo a voler spendere soldi nello sport legnanese. E poi ci parte il PORCO quando sentiamo che a febbraio arriva il Rugby al Mari e che nessuno fa nulla per aiutare chi lo sport lo vorrebbe fare 365 giorni all’anno. Allora cominciamo ad incazzarci. Cominciamo da te Giovanni, comincia a togliere gli estintori che TU hai fatto mettere a spese TUE allo stadio e poi vediamo se danno il nullaosta a giocare il match di Rugby, ogni tifoso cominci a fotografare e a diffondere le condizioni dei bagni e delle tribune dello stadio. Magari qualcuno che a maggio vuole farci salire 10000 persone per il Palio comincia a farci qualche pensiero. Siamo in una città dove conta solo apparire con cinemate per Natale, rifacimenti della piazza ad ogni cambio stagione, allora facciamo vedere cosa migliaia di persone tra febbraio e maggio vedranno al Mari e che bel ricordo porteranno a casa. Ora andiamo allo stadio, perché l’unica cosa meravigliosa in questo schifo totale, sono quei ragazzi splendidi che onorano, nonostante tutto, la nostra magica maglia. AVANTI LILLA…FINO ALLA VITTORIA! “