Quantcast

Il Milano City crolla ad Oggiono risultati

Anche l'ex Denis Mair a segno contro i granata

OGGIONO (LC) – Trasferta lecchese per il Milano City che affronta il sorprendente NibionnOggiono di mister Joey Commisso e dell’ex di turno Denis Mair. Continuano le numerose assenze per i granata invece con Bertani fuori come Valente e lo squalificato Spinola. Mister Crollo Milano City a Oggionosi affida ad una formazione inedita con Rainero che riprende il posto tra i pali, difesa a tre Rondelli De Angeli Lombardi, centrocampo Gimenez Vecchione Burato Scampini Mecca con in attacco Sessa a supporto di Mammetti.

Primi 10’ di gioco soporiferi con le squadre che si studiano senza affondare mai il colpo. Primo squillo al 12’ quando Mammetti raccoglie un alino lungo di Vecchione, cercando di penetrare in area, e scaricando per Scampini che da fuori non trova la porta. Unica azione però da segnalare nei primi 25’ di gioco dove la partita fatica a decollare nonostante un buon gioco a centrocampo da parte di entrambe le squadre.

Al 27’ palla stupenda di Burato da dietro per Mecca in corsa che arriva quasi all’ “1 contro 1” contro Vinci ma incespica in area, marcato bene da un difensore lecchese con l’azione che si conclude in un nulla di fatto. Non migliora la situazione per la restante parte del primo tempo dove i granata muovono molto bene la palla ma mancano sempre nell’ultimo passaggio.

All’ ultimo minuto del primo tempo da un errore in uscita con passaggio sballato Castria raccoglie da fuori area ed esplode una rasoiata di sinistro che manda in vantaggio il NibionnOggiono con le squadre che vanno nello spogliatoio sull’1-0.

Non può iniziare peggio il secondo tempo con l’ex Denis Mair che trova subito il gol del 2-0. Errore in transizione difensiva con l’attaccante del NibionnOggiono che silura Rainero con un destro rasoterra sul secondo palo. Mister Ardito cerca subito di scuotere i suoi con un doppio cambio con Scampini e Sessa sostituiti da Lattarulo e Celichini.

Il Milano City prova a buttarsi tutto in avanti con Ardito che ricorre addirittura al terzo cambio con Mbaye al posto di Lombardi passando ad un 4-2-3-1. NibionnOggiono tutto in difesa e al 61’ rigore non concesso dal direttore di gara per atterramento in area di Lattatulo tra le proteste generali della panchina granata con Scampini che si prende l’ammonizione.

L’attacco granata manca d’incisività non riuscendo mai a portare Mammetti a tu per tu con il portiere nonostante il grande lavoro che il numero 9 tenta di fare. Al 75’ quarto cambio per il Milano City con Messina che prende il posto di Vecchione con il passaggio al 4-2-4.

All’ 83’ grossa azione in contropiede per i granata che con Mbaye si presentano in area anticipato all’ultimo da un difensore lecchese. Da calcio d’angolo però parte il contropiede del Nibionnoggiono con Donadio che arrivo fino in area crossando in area piccola dove Mecca è sfortunatissimo a buttarla nella propria porta per il definitivo 3-0.

Ardito cambia Gimenez per Capone come ultima mossa di una partita che però non ha più molto da dire.
Gol di De Angeli su incornata da calcio da fermo battuto da Burato che è l’unica nota positiva dell’incontro.

Sconfitta pesante per il Milano City che deve subito ripartire dalla delicatissima sfida di domenica prossima con il Levico Terme al Battaglia.

Il programma della giornata QUI >>

La classifica QUI >>

(Fonte e foto Milano City FC)