Quantcast

Il trittico dell’Inveruno

Castellanzese e Legnano tra i prossimi avversari di Mister Viganò

INVERUNO (MI) – Trittico importante per l’Inveruno: domenica la Virtus CiseranoBergamo in casa, poi dalla Castellanzese  nell’infrasettimanale (nella foto la gara di andata) e di nuovo il Legnano in casa.

Dice Mister Viganò: “La partita con la Tritium, più che una partita di calcio, è stata più una battaglia, gli avversari giustamente per le caratteristiche dei ragazzi a disposizione, Marzeglia e Personè su tutti e le condizioni del campo, hanno cercato subito la verticalizzazione subito: le due difendevano e facevano salire la squadra. Così abbiamo potuto fare poco in fase difensiva, che si può sviluppare di più quando la palla a terra, noi ci siamo adeguati loro, a differenza che loro le due prime punte di peso l’avevano e potevano permettersi questo gioco, noi no invece, perchè non abbiamo due punte di peso e con uno solo davanti non era possibile fare questo gioco“.

Anzitutto vede positivamente la disponibilità dei ragazzi nel combattere, che è la base per vincere le partite e poi un allenatore in questo momento deve vedere bene dove andare ad incidere, perchè siamo già ai primi di gennaio e bisogna capire quali bisogni hanno i ragazzi per aiutarli. Non posso venire qui a gennaio ad imporre alcune cose un po’ troppo lunghe da sviluppare, ci dobbiamo concentrare su poche cose mirate in base all’esigenza della squadra“.

Il rientro di Broggini può dare una grande mano all’Inveruno? “Il calcio è uno sport di squadra con delle abilità, non è uno sport di prestazioni come il nuoto o la maratona ma di abilità indubbiamente da mettere a disposizione del gruppo e dare una mano anche in fase di non possesso palla, perchè quando la palla ce l’hanno gli altri bisogna adeguarsi alle situazioni del calcio nel 2020“.

Più informazioni su