Quantcast

Inquinamento, scattano i divieti

Superata la soglia dei 50 μg/m3 di PM10 per quattro giorni consecutivi

Più informazioni su

LEGNANO – Nonostante la Lombardia sia risultata nel 2019 meno inquinata che in passato, grazie soprattutto alle condizioni meteo più favorevoli nella fase autunnale che hanno evitato quei lunghi periodi di aria ferma e nebbiosa, le giornata cavallo tra il vecchio ed il nuovo anno hanno fatto registrare un nuovo allarme.

E’ stata infatti stata superata la soglia dei 50 μg/m3 di PM10 per quattro giorni consecutivi e per questo motivo da oggi, venerdì 3 gennaio, scattano in molti Comuni, tra cui quello di Legnano, le cosiddette “Misure di primo livello contro l’inquinamento“, che si traducono in divieti e limitazioni alla circolazione dei veicoli più inquinanti, a misure di contenimento delle temperature per  abitazioni ed esercizi commerciali e la limitazione all’utilizzo di alcune tipologie di generatori di calore e simili.

Relativamente alla circolazione dei veicoli, le misure di primo livello prevedono il divieto di circolazione, dalle 8:30 alle 18:30 nei giorni di sabato, domenica e nei estivi infrasettimanali, dei seguenti veicoli:

– autoveicoli ad accensione comandata (benzina) non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e successive (veicoli detti “Euro 0 benzina”)

– autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) omologati ai sensi delle direttive 91/542/CEE, 96/1/CEE riga B oppure omologati ai sensi delle direttive da 94/12/CEE a 96/69/CE ovvero 98/77/CE, 98/69/CE, 98/77/CE fase A, 99/96/CE, 99/102/CE fase A, 2001/1/CE fase A, 2001/27/CE, 001/100/CE fase A, 2002/80/CE fase A, 2003/76/CE (veicoli detti Euro 0,Euro 1, Euro 2, Euro 3 diesel)

– motocicli e ciclomotori a due tempi di classe Euro 1 (dicitura riportata sulla carta di circolazione dei ciclomotori “97/24 cap. 5 fase I” – “97/24 Cap. 5” dicitura riportata sulla carta di circolazione dei motocicli)

Scatta inoltre il divieto di circolazione per le autovetture diesel private di classe emissiva Euro 4 dalle 08:30 alle 18:30 ed il divieto generalizzato ed esteso per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso.

Per quanto riguarda invece le misure di contenimento in ambito civile, scatta il divieto assoluto all’accensione all’aperto di falò rituali, barbecue, fuochi d’artificio e simili, l’introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di più o meno 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali ed il divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

 

Più informazioni su