Quantcast

Presentata ufficialmente la Cinque Mulini numero 88 foto

L'ultimo italiano a vincere la Cinque Mulini fu Alberto Cova nel 1986

SAN VITTORE OLONA – La chiamano “la Regina” delle campestri. È la Cinque Mulini, giunta per l’occasione
all’edizione n. 88 in calendario domenica: 11000 metri, come da tradizione per gli amanti di quest’affascinante disciplina. Poche variazioni e i caratteristici passaggi all’interno dei mulini Meraviglia e Cozzi e della fattoria Chiapparini.

La storia 

Ideata nel 1933 da Giovanni MALERBA si svolse la prima volta il 22 gennaio, in una giornata caratterizzata da una copiosa nevicata, con il successo del milanese Mario FIOCCHI. Nel 1960 la gara viene aperta anche agli atleti juniores. Nel 1971 prima edizione al Femminile con il successo dell’inglese Rita RIDLEY. Nel 1991 la IAAF inserisce di diritto la Cinque Mulini nel calendario dello IAAF WORLD CROSS COUNTRY PERMIT il circuito che raggruppa le più importanti gare di corsa campestre dell’emisfero.

Considerata una delle gare più impegnative per i continui cambi di ritmo che il percorso presenta, conserva tutt’oggi un fascino che ha visto arrivare a San Vittore Olona ben 36 Campioni Olimpici.

L’ultimo vincitore italiano è Alberto COVA che l’ha conquistata nel 1986. L’ultimo podio azzurro è di Stefano BALDINI, terzo nel 2005. L’etiope Fita BAYESA, con quattro successi consecutivi datati 1992/1995 è il pluri vincitore della gara. In campo femminile, la norvegese Grete Andersen WAITZ è al comando della classifica delle atlete pluridecorate con 6 affermazioni.

Nella speciale graduatoria delle Nazioni, alle spalle dell’Italia con 27 successi figurano l’Etiopia con 15 vittorie (YOHANNES, KEDIR, TURA, DEBELE, ABEBE, TOLA e BAYESA 4 volte, BEKELE, MESFIN, EDRIS 2 volte, e BAREGA) e il Kenia con altrettanti successi (KEINO, TEMU, KIPKOECH 2 volte, NGUGI, TANUI, TERGAT 2
volte, KAMATHI 2 volte, KOECH, LONGOSIWA, TANUI e BIRECH due centri).

In campo europeo il Belgio guida la graduatoria con 5 successi (ROELANTS, PUTTEMANS, POLLEUNIS e SCHOTS 2 volte) davanti alla Yugoslavia con 4 vittorie (MIHALIC 3 successi e KORICA).

 

La corsa

Si parte alle ore 12.35. Sono tanti e motivati i corridori annunciati al via. Il campione in carica è il keniano Jairus
BIRECH protagonista, in una giornata sotto la neve, di una irresistibile volata che ha piegato al fotofinish l’ugandese A.
CHEMUTAI e l’etiope G. WALE. Favoriti della vigilia per l’edizione del 26 gennaio sono sempre i corridori
dell’Africa: etiopi, keniani e ugandesi. Tadese WORKU etiope, vice-campione del Mondo U20 ad Aahrus dovrà parare
gli attacchi che gli verranno portati dall’atleta dell’Uganda Oscar CHELIMO, bronzo mondiale U20, dai keniani Leonard
Kipkemboi BETT, iridato dei 2000 siepi e Jackson Kavesa MUEMA.

Outsiders : l’atleta del Burundi Thierry NDIKUMWENAYO vincitore tra l’altro della prova del circuito internazionale di Alcobendas in Spagna e il mezzofondista marocchino Abdelaati IGUIDER.

A cercare di contrastare il passo dei migliori ci proveranno certamente i nostri atleti azzurri capitanati dal sempre positivo Yemaneberhan CRIPPA e da i vari Yohanes CHIAPPINELLI, Marouan RAZINE, Michele FONTANA, Cesare MAESTRI, Luca ALFIERi e Giuseppe GERRATANA.

Compleanno al Femminile 

10 gennaio 1971 / 26 gennaio 2019: Cinquanta edizioni …
La prova femminile della Cinque Mulini ha avuto al via il meglio dell’atletica; campionesse olimpiche, mondiali, primatiste del mondo hanno voluto prendere parte ad una prova unica nel suo genere. Colette BESSON, Lyudmila BRAGINA, Gabriella DORIO, Maricica PUICA, Derartu TULU, Nancy LANGAT, M.J. JAMAL e Faith
KIPYEGON sono le olimpioniche che hanno onorato con la loro presenza la gara sanvittorese.

Nei suoi cinquant’anni di vita solo tre atlete azzurre si sono imposte nella prova dei mulini. Paola PIGNI nel 1973, Gabriella DORIO nel 1975 e Nadia DANDOLO nel 1990. Con il numero 1 avremo al via la vincitrice della passata edizione, l’atleta del Bahrein Winfred Mutile YAVI che cercherà di bissare il successo sul tracciato angusto dei mulini.

Da tenere d’occhio l’etiope Alemitu TARIKU, argento ai mondiali di cross U20 e la keniana Jackline JERONO. Dall’Olanda avremo al via Jasmin BAKKE. Le speranze di ritornare sul podio sono affidate alle nostre atlete di casa guidate da Nadia BATTOCLETTI, splendida medaglia d’oro ai campionati europei Under 20 di Tilburg in Olanda e Lisbona. Da seguire le prove di Valeria ROFFINO, Angela MATTEVI, Martina MERLO, Laura DALLA MOTTA’, Ludovica CAVALLI e Silvia OGGIONI.

 

Il riconoscimento 

Lo scorso marzo, in occasione dei campionati mondiali di cross di Aarhus in Danimarca , il Presidente della Federazione Internazionale di Atletica Leggera Sebastian COE ha insignito la Cinque Mulini della prestigiosa Heritage Plaque. COE ha assegnato la targa agli organizzatori della sanvittorese, società nata nel 1906, ad una manifestazione che nel corso degli anni ha saputo attirare molti dei migliori atleti di mezza e lunga distanza da tutto il mondo, tra cui proprio il Presidente COE.

Abbiamo riconosciuto otto competizioni che riposano nel cuore della storia dell’atletica. Queste gare hanno catturato l’immaginazione di atleti e fan, nel corso di decenni, per i quali sono in cima alla lista degli eventi sportivi che devono essere vissuti perché sono diventati parte del folclore dello sport mondiale e luoghi del patrimonio culturale”.

 

Cinque Mulini accanto agli inglesi e americani Cross Country Championships, ai Cross di Elgoibar e San Sebastian, alle maratone di Atene e Boston e al Gran Premio Cantones di la Coruna in Spagna. L’ UNIONE SPORTIVA SAN VITTORE OLONA 1906 intende vivamente ringraziare tutti coloro che l’hanno supportata nella realizzazione di quest’importante evento. In primo luogo il WORLD ATHLETICS, la FIDAL, la Regione Lombardia, e l’Amministrazione Comunale di San
Vittore Olona. Tra gli Sponsor il nostro grazie va a Banco BPM, Ecoabitare, Roveda assicurazioni, Martignoni Auto e Visionottica. Sponsor tecnico Karhu e Sport Specialist.