Quantcast

Coronavirus, stop allo sport in Lombardia e Veneto

ULTIMA ORA - La decisione presa dal Consiglio dei Ministri

Più informazioni su

ROMASospensione di tutte le attività sportive in Lombardia e Veneto. Lo ha annunciato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa nella tarda serata di sabato 22 febbraio.

Il ministro Spadafora ha annunciato intenzione di sospendere tutte le manifestazioni sportive in Lombardia e Veneto”, ha dichiarato il Premier.

Saranno rinviate anche le partite di Serie A Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria ed il provvedimento verrà allargato a tutte le discipline sportive nelle due regioni. In una lettera inviata dal Ministro Spadafora al presidente del Coni Malagò si chiede al massimo dirigente dello sport italiano “di farsi interprete presso tutti i competenti organismi sportivi dell’invito del governo a sospendere tutte le manifestazioni sportive di ogni ordine e grado e disciplina previste nelle Regioni Lombardia e Veneto per la giornata di domenica 23 febbraio“.

La stessa lettera specifica che l’invito non è da estendere alle squadre delle due regioni colpite impegnate in trasferta, “salvo che i medesimi atleti provengano dalle aree indicate come focolai del contagio“.

Questa è una delle decisioni prese nel decreto emanato dal Consiglio dei Ministri, che prevede una serie di misure di contenimento di cui daremo maggiori dettagli nei prossimi aggiornamenti.

Aggiornamento ore 01.01

La Lega Nazionale Dilettanti, che aveva già provveduto a rinviare a data da destinarsi una serie di gare nei territori interessati dall’emergenza, ha disposto lo stop totale degli incontri attraverso i Comitati Regionali di Lombardia e Veneto per quanto attiene l’attività regionale, sia attraverso il Dipartimento Interregionale, in relazione al campionato di Serie D.

Più informazioni su