Quantcast

I tifosi prendono le distanze dalla squadra

L'allenatore del Legnano Giovanni Cusatis oggetto di una piccola contestazione

LEGNANO – Un epilogo che fa pensare quello accaduto nel piccolo impianto sportivo di Sanzorosciate, paesino di 10mila anime poco distante da Bergamo. A pochi minuti dalla fine dopo il gol del 2-0, gli ultras del Legnano lasciano il proprio settore per andarsene via.

Prima l’invito a più riprese a tirare fuori gli attributi.

Una sorta di contestazione che è rimasta nei binari civili. Un gesto che non è passato inosservato e che potrebbe sfociare in qualcosa di diverso se domenica prossima contro il Sondrio se non arriveranno i tre punti e soprattutto una prestazione all’altezza.

Certamente che qualcosa si sia rotto è evidente: una squadra volenterosa, un gruppo che ha fatto della propria forza l’obiettivo di dare il massimo ad ogni gara, si ritrova adesso a leccarsi le ferite dopo due partite insufficienti.
Un campionato che però si dimostra molto equilibrato con la Pro Sesto che, nonostante tutto, non riesce a prendere il volo. Di contro anche l’Arconatese crolla contro una squadra di bassa classifica.

Segno quindi che questa serie D non concede distrazioni e che la serie C è ancora alla portata dei lilla, ma occorre cambiare passo.