Alla Uyba il derby con Novara fotogallery

Ricomincia da un successo il campionato delle Farfalle

BUSTO ARSIZIO – Dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia ad opera di Conegliano e la partita thriller di Cev in Polonia, terminata con una sconfitta per 3-0 e con il passaggio del turno garantito solo dal successo al golden set, la Uyba ritrova una vittoria maiuscola nel derby contro l’Igor Gorgonzola Novara.

Un successo di squadra che non ha lasciato scampo alle avversarie dell’Igor, capitolate in tre set senza mai dare l’impressione di potersi imporre nell’arco del match. Le sole Brakocevic e Chirichella, seppur a corrente alternata, non potevano bastare contro questa Unet sbarazzina e sempre propositiva. Soltanto nel secondo set le piemontesi avrebbero potuto mettere in cassaforte qualcosa ma non hanno saputo sfruttare le occasioni a proprio favore, finendo per perdere ai vantaggi e andare sotto 2-0.

Fra le Farfalle spiccano sicuramente i 16 punti di Karsta Lowe, top-scorer dell’incontro, ma da segnalare sono prima l’85% in attacco di Washington, sicuramente padrona degli attacchi biancorossi nei primi due set, poi la prestazione sopra le righe di Alessia Orro in regia: per la palleggiatrice biancorossa la grande partita di oggi è valsa anche la nomina ad MVP dell’incontro.

In doppia cifra anche Herbots, partita piano ma salita in cattedra a cavallo fra il secondo e il terzo parziale, fino ai punti determinanti delle battute finali, quando un calo di tensione avrebbe potuto potenzialmente riportare in gioco le ospiti.

La cronaca:
Primo set
Avvio dirompente da parte della Uyba che si impone subito su Novara (5-1). L’Igor trova punti importanti con Brakocevic e Veljkovic ma fatica a reggere i ritmi di gioco delle Farfalle che, sospinte da una strepitosa Lowe, insieme alla granitica coppia a rete Bonifacio-Washington (10 pt in due), si tengono costantemente in avanti (14-11). Un out di Herbots riporta a galla Novara che prende fiducia con Courtney e Brakocevic, andando così a tallonare le biancorosse (16-15), comunque prontissime nella loro risposta (19-16). Nulla da fare dunque per l’Igor che non riesce nemmeno ad abbozzare una reazione (nonostante le belle giocate di Brakocevic e Vasileva), sommersa dalla foga di Washington (83% in attacco, 6pt), letteralmente mattatrice degli ultimi scambi (25-20).

Secondo set
Inizio di set ribaltato rispetto al precedente, questa volta è Chirichella a spingere sull’acceleratore portando le sue compagne sull’1-5 e costringendo Lavarini a chiamare time out. Sono corrette le indicazioni date perché le Farfalle replicano subito senza tregua per l’Igor (doppia Lowe, Gennari e Washington), ed è 6-6, Novara impallata. Si susseguono gli errori ospiti (Chirichella e Courtney), mentre la Uyba ha ritrovato la fiducia del primo set (11-8, 12-9, 13-10, 16-12), con Washington a confermarsi in grandissima serata. Barbolini si copre in seconda linea con Napodano ma la verve offensiva biancorossa non si arresta con Herbots e Washington sempre pronte a ferire (18-15, 19-16). Con Courtney e Brakocevic Novara soffia sul collo dell’Uyba che sente la pressione e commette un paio di ingenuità, set riaperto: 20-20. Il finale è intenso e giocato punto a punto: la Uyba scappa sul 23-21 col muro a due di Bonifacio-Lowe ma Chirichella e Vasileva ritrovano la parità, per poi trovare il set point grazie all’out di Gennari. Uyba però a questo punto concentrata e tutta diretta verso l’obiettivo vittoria: il set prosegue ai vantaggi dove Lowe spadroneggia e la maggior voglia biancorossa ha la meglio fino al 28-26, una cannonata di Herbots che fa esplodere il PalaYamamay.

Terzo set
Equilibrio in avvio di frazione con le squadre a rincorrersi fino al 6-6 quando arriva la sterzata decisiva della Uyba, partita con Washington e prolungata dai muri di Orro e Herbots (9-6). Novara prova a rientrare in partita con Chirichella e Brakocevic ma il suo gioco nel complesso appare macchinoso e prevedibile, mentre la Uyba mette in campo difese ordinate e attacchi sempre pungenti, in questa fase di gioco soprattutto dalle mani di Herbots (14-10, 15-11). La furia biancorossa spinge le novaresi a forzare ogni azione, con il risultato che aumentano gli errori ospiti (18-13), è ancora la sola Brakocevic a caricarsi le sorti della squadra sulle spalle, senza però trovare un seguito. Incapaci di reagire, le piemontesi possono solo sperare in errori biancorossi, che però arrivano con il contagocce, mentre gli attacchi andati a segno sono frequenti e letali, fra Lowe e Herbots è una gara a chi martella di più (22-16). Il 3-0 è dietro l’angolo e ci vuole poco perché arrivi: sono Lowe e Orro a firmare il successo con 8 lunghezze di vantaggio.

Unet e-work Busto Arsizio-Igor Gorgonzola Novara 3-0
(25-20, 28-26, 25-17)

Unet e-work Busto Arsizio: Washington 13, Bici 1, Herbots 13, Simin ne, Gennari 8, Cumino ne, Orro 4, Leonardi (L), Villani, Lowe 16, Piccinini (L) ne, Bonifacio 8, Berti ne. Allenatore: Lavarini. Secondo allenatore: Musso.

Igor Gorgonzola Novara: Mlakar, Brakocevic 15, Morello ne, Napodano, Courtney 6, Gorecka ne, Di Iulio 2, Chirichella 10, Sansonna (L), Hancock 2, Arrighetti, Piacentini (L) ne, Vasileva 6, Veljkovic 4. Allenatore: Barbolini. Secondo allenatore: Baraldi.

Arbitri: Zavater – Tanasi

MVP: Alessia Orro (Uyba).

Note:
Unet e-work Busto Arsizio: 2 ace, 10 errori in battuta, 61% in ricezione (41% perfetta), 45% in attacco, 8 muri.

Igor Gorgonzola Novara: 3 ace, 5 errori in battuta, 66% in ricezione (45% perfetta), 37% in attacco, 4 muri.