Quantcast

Anche la Rari Nantes sospende le attività

Il comunicato del team legnanese

LEGNANO – L’emergenza coronavirus costringe anche la Rari Nantes Legnano alla sospensione dell’attività.

La società Rari Nantes Legnano – si legge nel comunicato ufficiale del team – preso atto delle disposizioni di legge dettate in materia di contenimento del Covid-19 ed in particolare del D.P.C.M. 01/03/2020 e 04/03/2020, nonché dei chiarimenti del C.O.N.I. e della Federazione Italiana di Nuoto; tenuto altresì conto degli autorevoli inviti, pervenuti anche dal Presidente della Repubblica Italiana, di attenersi scrupolosamente al rispetto delle disposizioni igienico-sanitarie indicate dal Ministero della Salute, inviti che condivide pienamente in quanto finalizzati alla tutela di un bene assolutamente primario, vale a dire la integrità della salute personale e collettiva, comunica che ogni attività agonistica, sia essa relativa agli allenamenti che ad eventi e/o gare, è sospesa sino a quando l’attuale situazione sanitaria non si sarà normalizzata e non interverranno nuovi provvedimenti normativi atti a consentire l’utilizzo degli impianti senza alcuna limitazione.

Rari Nantes Legnano, i cui atleti non si allenano ormai da 14 giorni, ritiene, infatti, che la tutela della salute dei propri atleti, prima che il loro risultato sportivo, sia l’aspetto primario che le associazioni debbano garantire.
In queste ultime settimane le società del Legnanese hanno subìto, ed accettato, tutte le limitazioni imposte dalle Autorità Competenti che hanno portato alla chiusura degli impianti.”

Il D.P.C.M. DEL 04/03/2020 – continua il comunicato – autorizzerebbe lo svolgimento delle attività sportive agonistiche, a porte chiuse, imponendo, però, precise restrizioni, quali mantenere la distanza di un metro tra le persone sia negli spogliatoi che nelle docce. Ancora, il D.P.C.M. del 04/03/2020 impone che le società, presso il luogo in cui si svolgono le manifestazioni o gli allenamenti, debbano disporre di personale medico “che possa effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus Covid-19 tra atleti, tecnici, dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano”. La società Rari Nantes Legnano non è in grado di garantire l’assoluto rispetto di tali condizioni, con il che la scelta di totale sospensione di ogni attività si impone.”

Rari Nantes Legnano ringrazia atleti/e, allenatrici/allenatori del settore nuoto, nuoto sincronizzato, pallanuoto e master, nonché tutte le famiglie coinvolto per l’impegno sempre profuso, per la collaborazione sempre prestata anche in momento di estrema difficoltà (si ricorda che in questa stagione agonistica l’impianto natatorio di Legnano è stato chiuso per oltre 40 giorni a causa di problemi tecnici, e che, dopo la sua parziale riapertura, le condizioni di e modalità di allenamento sono state inevitabilmente compresse). La Società ritiene, infine, che questa scelta, difficile e sofferta, non dettata da logiche economiche e/o politiche, ma solo dall’imprescindibile necessità di salvaguardare la salute pubblica e privata, verrà condivisa da tutti i propri tesserati e dalle loro famiglie.“, conclude il comunicato.