Quantcast

Baseball e Softball, nuovo slittamento per l’inizio dei campionati

Tante le decisioni prese dal Consiglio Federale della Fibs

ROMAConsiglio Federale in videoconferenza per la FIBS, la Federazione Italiana Baseball e Softball, dal quale sono emerse indicazioni, tutte in ogni da confermare in base all’emergenza sanitaria in atto, riguardanti i prossimi campionati 2020.

Dopo lo spostamento, deciso ad inizio marzo, dell’inizio dei campionati al weekend del 19 aprile, il Consiglio Federale ha spostato ulteriormente in avanti la data. Per il momento i campionati di ogni ordine e grado inizieranno nel fine settimana del 14 giugno. “Sentiremo prima di tutto le Società, quindi formule dei campionati saranno rivisti direttamente da me con le Commissioni Organizzazioni Gare“, ha dichiarato al termine della riunione il Presidente Federale Andrea Marcon.

Ringrazio il Consiglio Federale per avermi delegato a tale operazione, perché questa delega permette di snellire le procedure che dovranno necessariamente ‘vivere alla giornata’, visto che l’evoluzione dell’emergenza varia da momento a momento. Ovviamente, se la situazione non migliorerà sufficientemente, dovremmo tutti noi adattarci e tenerci pronti a partire ancora più avanti.”

Voglio dire però una cosa: dobbiamo tutti assieme cercare, in ogni maniera, di disputare i Campionati. Ad ogni costo e con ogni formula possibile. Non possiamo permetterci di non giocare nel 2020, sarebbe una eventualità drammatica per tutti noi“, ha detto Marcon, che ha anche spiegato che il Consiglio Federale, per favorire le Società nell’affrontare la situazione ha spiegato, ha preso tre decisioni fondamentali: la prima è che in nessun campionato ci sarà retrocessione (quindi neanche in A1 softball): “Così facendo ogni Club potrà organizzare la propria stagione senza patemi e permettendo così, magari, di risparmiare qualcosa nell’ingaggio dei giocatori stranieri.”

La seconda decisione riguarda le tasse gara, che nel 2020 non verranno applicate le tasse gara, cosi come non saranno richieste fidejussioni per l’iscirizone al campionato e saranno restituite quelle già versate. “In terzo luogo, abbiamo sospeso tutte le obbligatorietà, individueremo invece soluzioni premianti per le Società che si distingueranno nell’attività giovanile. Questo credo sia un aiuto tangibile a cui confidiamo di far seguire in futuro altri provvedimenti in favore delle Società, tenendo sempre in buon conto la situazione finanziaria della FIBS.”

Cancellata, inoltre, l’edizione 2020 del Torneo delle Regioni e, conseguentemente, la partecipazione delle nostre selezioni alle fasi europee e mondiali della Little League. “Confidiamo di poter organizzare a settembre o a ottobre una grande manifestazione giovanile che ci permetta di festeggiare tutti assieme il ritorno alla normalità. So che molti in questo momento non saranno felici, ma non lo siamo neanche noi, credetemi“, ha concluso Marcon.

(Foto Fibs)