Coronavirus, il Commissario Cirelli scrive ai legnanesi

Dopo le sollecitazioni di stampa, cittadini e partiti politici finalmente vengono forniti i numeri del contagio a Legnano

LEGNANO – Dopo le sollecitazioni di stampa, cittadini e partiti politici finalmente vengono forniti i numeri del contagio a Legnano da parte del Commissario straordinario del Comune di Legnano Cristiana Cirelli, attraverso una lettera aperta indirizzata a tutti i cittadini legnanesi pubblicata nella serata di sabato 21 marzo sul sito ufficiale della Città del Carroccio.

Gentili Cittadini, in relazione ad articoli di stampa pubblicati nei giorni scorsi e a comunicazioni presenti sui social, ritengo opportuno fare alcune precisazioni sui punti che sono stati oggetto di discussione più vivace.

1) I dati dell’infezione da Coronavirus

Per quanto riguarda questo aspetto, per alcuni giorni è stato disponibile solamente il dato regionale. Ovviamente, per dato intendo quello ufficiale fornito dalle autorità sanitarie regionali, non quello appreso da altre fonti. Anche tale dato ufficiale è, peraltro, suscettibile di continue fluttuazioni a seconda dell’evolversi della situazione e degli aggiornamenti che vengono effettuati dai presìdi sanitari. Ad oggi, 21 marzo 2020, le persone risultate positive al virus sono 64 mentre 55 sono state poste in “quarantena” dalle autorità sanitarie. Vi sono poi persone che, pur senza una specifica indicazione, sono comunque in isolamento per motivi diversi (ad esempio sintomi influenzali generici ma senza nessun accertamento sanitario effettuato). Il dato odierno verrà aggiornato periodicamente, a meno che non intervengano elementi di particolare rilievo o necessità di informazione urgente.

2) L’assistenza

Il Comune ha attivato una serie di canali tramite i quali tutte le persone bisognose di assistenza possono segnalare le proprie necessità: è stato istituito, con il coordinamento del comandante della Polizia Locale, il Centro Operativo Comunale del quale fanno parte tutte le componenti del soccorso, dalla Protezione Civile ai Servizi Sociali del Comune, alla Croce Rossa e al volontariato. Ai numeri telefonici corrispondenti all’URP risponde personale che registra le richieste di assistenza e le invia all’organismo competente. Sul sito del Comune troverete riferimenti grazie ai quali, anche nelle ore notturne un operatore raccoglierà le richieste di assistenza urgente, nell’ambito delle funzioni assegnate al Centro Operativo.

3) I controlli

I controlli vengono effettuati dalle forze di polizia (Polizia Locale, Polizia di Stato, arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) con grande assiduità, sia sugli esercizi commerciali che sulle persone e i veicoli in circolazione. Tale attività di controllo verrà ulteriormente incrementata anche alla luce dell’ordinanza di ieri del Ministro della Salute, già pubblicata sul sito del Comune. Ovviamente non è prevedibile un servizio di controllo persona per persona. Per questo motivo avevo già fatto affidamento sul senso di responsabilità di ognuno di noi. Indipendentemente dalla multa o dalle altre misure sanzionatorie previste dalla legge, ricordiamoci che, come più volte detto dagli esperti, “il virus usa le nostre gambe per diffondersi”. Quindi, almeno, rendiamogli la vita difficile rispettando le regole.

Anzi, se potete usare precauzioni ulteriori rispetto a quelle già adottate dagli organi di governo, fatelo! Contribuiranno a rendere più breve il tempo dell’emergenza e a salvare vite umane.

4) Sanificazione

Già nei giorni scorsi alcune vie e piazze cittadine sono state sanificate e l’intervento verrà via via esteso anche agli altri luoghi che non sono ancora stati interessati. Anche qui però teniamo conto che il valore della pulizia straordinaria viene molto abbattuto dalla presenza di persone e di veicoli in circolazione.

5) Interventi in materia di salute pubblica

Sono state da più parti sollecitati provvedimenti del Sindaco / Commissario in materia. A questo proposito preciso che tali interventi non solo non sono consentiti dalla legge ma potrebbero confliggere con le misure adottate dalle autorità sanitarie, con effetti devastanti sul sistema. Per questi motivi, ho adottato solo i provvedimenti che la legge e ragioni di opportunità mi hanno concesso di assumere, come la chiusura dei parchi cittadini e dei cimiteri.

Cari cittadini, io mi rendo perfettamente conto di non avere con voi il rapporto di prossimità che lega il Sindaco alla popolazione che lo ha liberamente eletto, ma ciò non vuol dire che non tenga in considerazione le difficoltà che tutti noi stiamo affrontando nella lotta contro un nemico invisibile. Sono le difficoltà anche mie e della mia famiglia, cane compreso, ma l’isolamento e il rispetto delle regole sono le uniche armi che abbiamo per combattere questa guerra silenziosa: non possiamo astenerci dall’usarle.

Un caro saluto a tutti e chiamateci: siamo qui per voi.

Legnano, 21 marzo 2020

Cristiana Cirelli