Disinfettanti per le mani: facciamo chiarezza

Facciamo chiarezza con la  dottoressa Strangi Maria Rosa, dermatologa di Humanitas Mater Domini e Humanitas Medical Care Arese, Lainate e Busto Arsizio

MILANO – L’emergenza Covid-19 li ha resi indispensabili, parliamo dei disinfettanti per le mani. Ma cosa fanno esattamente questi gel e spray? Quanto dura la loro efficacia dal momento dell’applicazione? Ci proteggono davvero? Facciamo chiarezza con la  dottoressa Strangi Maria Rosa, dermatologa di Humanitas Mater Domini e Humanitas Medical Care Arese, Lainate e Busto Arsizio, alla quale poniamo alcune delle domande più frequenti sul tema.

Disinfettanti mani: quando si usano?

I disinfettanti si usano in tutti quei casi in cui non è possibile lavare le mani. Esistono sia sotto forma di gel che di spray e salviette e la durata della protezione dipende dalle condizioni in cui ci troviamo e da quanto e come usiamo le mani. Per esempio, se si viaggia in treno o metropolitana, la durata della protezione da batteri è inferiore rispetto a quando si è in casa.

Se ci troviamo in un bagno pubblico, potendo scegliere è da preferire asciugare le mani con un diffusore di aria o utilizzare salviette di carta usa e getta, evitando per quanto possibile i rotoli di tessuto. Dopo il lavaggio, è consigliato non toccare i rubinetti e le maniglie delle porte, in alternativa si possono usare salviette di carta a protezione delle mani o, in assenza, il gomito” chiarisce la dottoressa.