“Dite a Gallera che parte del vecchio ospedale di Legnano è ancora disponibile ed agibile”

Sopralluogo nel vecchio nosocomio dei grillini che scrivono a Gallera.

LEGNANO –  Un sopralluogo del movimento 5 stelle nel vecchio ospedale di Legnano riapre la diatriba con Regione Lombardia.

Riportiamo il comunicato del M5S sul sopralluogo effettuato all’ospedale di Legnano.

Come Movimento 5 Stelle, dopo le dichiarazioni dell’Assessore al Welfare Gallera di inagibilità del monoblocco del vecchio Ospedale di Legnano e il comunicato di ADL Cobas Lombardia a firma di Riccardo Germani come portavoce del sindacato, riporto quanto emerso da un sopralluogo nel vecchio Ospedale di Legnano e ci preme confermare che se da una parte Gallera ha ragione per il vecchio monoblocco, abbiamo potuto constatare con i nostri occhi che alcune delle palazzine dell’Ospedale nate per essere adibite a reparti di pediatria, ginecologia, infettivi e rianimazione sono occupati in parte e assolutamente agibili e disponibili.

Nella prima palazzina di 4 piani c’è un blocco operatorio assolutamente funzionate anche se non siamo riusciti ad entrare, mentre al piano secondo e primo hanno adibito le camere degenti a uffici per la ATS, stessa cosa per il piano rialzato tutte le camere hanno luce, bagni, e predisposizioni per l’ossigeno.

I pochi impiegati hanno confermato che il lavoro che svolgono oggi potrebbero tranquillamente fare da casa e che in questa emergenza sarebbe intelligente usare quella struttura come posti letto Covid-19.

Nella seconda palazzina che doveva ospitare le malattie infettive di 3 piani al momento sembrerebbe occupata in parte dai poliambulatori e da un centro prelievi e anche questa potrebbe essere pronta subito senza grandi spese.

La terza palazzina è un’ala del monoblocco che ospitava la rianimazione di 8 piani costruita successivamente al monoblocco; li non è possibile entrare, ma sembrerebbe dall’esterno una costruzione eccellente.

Come #M5S chiediamo un’ulteriore sopralluogo in queste 3 palazzine per prendere in considerazioni la possibilità di utilizzarle per reparti di Covid-19 queste 3 strutture”

Luigi Piccirillo