Quantcast

Legnano, un caso positivo all’Ufficio Anagrafe

Indicate le nuove modalità di funzionamento di Anagrafe e Stato Civile

LEGNANO – Un caso di positività è stato riscontrato tra gli addetti all’Ufficio Anagrafe. A darne notizia è stato il Comune di Legnano, che informa che “in relazione a tale circostanza, si rappresenta che dall’inizio dell’emergenza sanitaria i dipendenti comunali hanno adottato le misure precauzionali indicate dalle normative di riferimento a tutela dei colleghi e del pubblico. Nel caso specifico, già nella giornata di ieri, 12 marzo, prima di avere la notizia ufficiale da parte del presidio sanitario, gli uffici frequentati dalla persona risultata positiva sono stati sanificati. Sono state adottate, da parte del medico competente, nei confronti di coloro che hanno avuto contatti con la persona interessata, le necessarie misure sanitarie.

A partire dalle 14 di oggi, 13 marzo, tutti gli uffici, anche decentrati, e gli automezzi comunali saranno sottoposti alla sanificazione programmata nei giorni scorsi. Tutte le persone colpite in modo diretto o indiretto dall’emergenza sanitaria, segnalate dalle autorità competenti, sono seguite dai servizi dell’Amministrazione comunale. Per qualsiasi necessità è possibile fare riferimento ai recapiti pubblicati sul sito istituzionale del Comune.”, conclude la nota di Palazzo Malinverni.

 


 

AGGIORNAMENTO 13/02/20 ORE 16.33

Il Comune di Legnano ha indicato le nuove modalità di funzionamento dell’Ufficio Anagrafe e dell’Ufficio Stato Civile a partire da domani, sabato 14 marzo.

Giorni e orari di apertura al pubblico: lunedi, martedì, mercoledì, venerdì, dalle 9 alle 12; giovedì dalle 14.30 alle 17;  sabato dalle 9 alle 11.

In via prioritaria si garantiranno i servizi di Stato Civile (denunce di nascita possibilmente su appuntamento e denunce di decesso). Nei limiti del personale in servizio si cercheranno di garantire anche le rimanenti attività di stato civile, solo ed esclusivamente su appuntamento.

Non si rilasciano certificati anagrafici. Il cittadino può richiederli on line ovvero via pec o e-mail ordinaria, comunicando il numero della marca da bollo, già in suo possesso, che poi apporrà sul certificato. Si ricorda che nei confronti degli organi della Pubblica Amministrazione e dei gestori dei pubblici servizi devono essere presentate esclusivamente dichiarazioni sostitutive/autocertificazioni ai sensi del DPR 445/2000 e non i certificati

I certificati di nascita, morte e matrimonio possono essere richiesti e inviati tramite e-mail

Le carte di identità elettroniche verranno rilasciate solo per comprovata urgenza

Le domande di residenza saranno ricevute esclusivamente all’indirizzo pec del Comune ovvero mediante consegna all’ufficio protocollo

Più informazioni su