Fontana: “In Lombardia non si può uscire col proprio figlio!”

Duello a distanza fra il governatore lombardo e la Lamorgese

MILANO –  Continua l’imbarazzante duello fra Viminale e Regione Lombardia. Uno decreta, l’altro toglie. Uno allenta le maglie, l’altro sventola le manette.

In Lombardia, ha assicurato Fontana, “non cambierà nulla di quello che è contenuto nella mia ordinanza che ha valenza fino al 4 aprile“.

In sintesi: se si esce col proprio figlio a fare una passeggiata sotto casa si rischia di beccarsi una multa.

Se non c’è una motivazione valida e non si rimane distanziati sì – ha sottolineato il governatore lombardo – mi rendo conto che la cosa sembra brutta ma bisogna limitare il più possibile i contagi”.  

In ogni caso la Regione si mette di traverso alla Lamorgese  e lo fa mandando una lettera a tutti i sindaci: “Non esce e tutto resta immutato”.

Rimane il conflitto legale: può una Regione non applicare un dispositivo del Viminale?