In Lombardia terapie intensive dimezzate!

Gli ospedali tirano il fiato in tutta la Regione. A Sondrio zero contagi

MILANO –  Commentando i dati della giornata, il vicepresidente Sala  ha rilevato che “siamo a 680 persone in terapia intensiva: rispetto al 3 aprile sono più che dimezzate, visto che, allora, avevamo circa 1400 persone ricoverate. Le misure del lockdown hanno funzionato, ci siamo comportati bene, i lombardi hanno reagito in maniera esemplare alle regole”.

Sul tema mascherine, il vicepresidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala, ha osservato che “il Dpcm non è chiarissimo, ci sono due punti in cui se ne parla. Il Governo chiarirà nei prossimi giorni”. “È evidente – ha chiosato – che in una zona in cui contagio è stato così forte come la Lombardia coprirsi naso e bocca è di fondamentale importanza”.

È una norma da rispettare se usiamo trasporti pubblici, quando andiamo nei supermercati e – ha aggiunto – noi riteniamo che sia utile portare la mascherina. O comunque qualcosa che protegga naso e bocca anche negli spostamenti da casa”.

Quanto alle misure per i genitori che dovranno andare a lavorare a partire dal 4 maggio, o che continuano i turni negli ospedali, o svolgono lavori essenziali o, ancora, hanno professionalità di cui le imprese non possono fare a meno, il vicepresidente ha sottolineato che “Non basta prolungare le misure per il solo congedo parentale. Ma è anche necessario individuare un sistema per garantire chi si occuperà dei figli. “Ne abbiamo parlato in cabina di regia con il Governo – ha concluso Fabrizio Salae mi auguro che in settimana si trovi una soluzione”.