Quantcast

Pallanuoto A1, per i club il campionato non può ripartire

Si attende la decisione della Federazione, ma il rischio sarebbe di vedere un campionato falsato

BUSTO ARSIZIO – Si è svolta oggi una conference call con i club del campionato di serie A1 maschile di pallanuoto, con il Banco BPM Sport Management Pallanuoto presente con il presidente di Sport Management Prof. Sergio Tosi. L’argomento della videoconferenza verteva sull’eventualità di poter riprendere il campionato quando arriverà l’autorizzazione del Governo e delle autorità sanitarie di riaprire gli impianti sportivi. I presidenti hanno concordato sulla difficoltà di poter riprendere l’attività per questa stagione e ora si attende una decisione definitiva da parte della Fin (Federazione Italiana Nuoto) in merito. I club del massimo campionato si dicono favorevoli al blocco delle retrocessioni e ad allargare, nella prossima stagione, il torneo a 16 squadre in modo da favorire quelle realtà di serie A2 pronte al salto nella massima categoria.

Purtroppo, e il mio è un pensiero condiviso dai miei colleghi, non c’è più la possibilità di riprendere il campionato – ha commentato il Presidente dei Mastini – I problemi da affrontare sarebbero molteplici dal dover riaprire le piscine, al fatto che gli stranieri delle altre squadre sono tornati a casa quindi una situazione che sarebbe inevitabilmente falsata rispetto alla prima parte del campionato. Ci sarebbe poi il problema legato alla preparazione atletica e fisica, con gli atleti che avrebbero bisogno di ulteriore tempo per tornare a pieno regime, questo ovviamente senza contrare eventuali rischi legati all’attuale situazione sanitaria“.

(Fonte Banco Bpm Sport Management Pallanuoto – Foto Simone Squarzanti)